“Italia a Tavola” arriva in Kazakhstan con un convegno ed una serata gastronomica - Fondazione Nikolaos

“Italia a Tavola” arriva in Kazakhstan con un convegno ed una serata gastronomica

Il Kazakhstan rappresenta una vetrina ed un mercato di importanza strategica per i prodotti italiani, offre notevoli potenzialità per lo sbocco del Made in Italy e costituisce un polo di primaria importanza per il commercio di prodotti enogastronomici in Asia. In questo contesto la Fondazione Nikolaos rappresentata dal dott. Vito Giordano Cardone insieme all’Università Turan rappresentata dal Prof. Rakhman A. Alshanov, all’Icae rappresentata dal dott. Fyodor Kostantinov  e all’Apulian Consortium rappresentata dal dott. Gianfranco Sabato hanno organizzato una tre giorni dal 20 al 22 novembre nella Capitale del Kazakhstan, Almaty per valorizzare l’eccellenze culinarie pugliesi.

Si parte il 20 novembre con il Convegno sui valori nutrizionali della Dieta Mediterranea a cui hanno preso parte personalità politiche locali e rappresentanti di aziende pugliesi. Al termine del convegno, ampio spazio è stato dato agli incontri B2B con operatori del settore e numerosi Bayer interessati al food made in Italy.

Il 21 novembre è stata la volta di Italia a Tavola, la kermesse gastronomica che ha visto, lo chef Mauro Sciancalepore del  N.I.I.F. – National Istitute Italian Food, cucinare con i prodotti della cucina pugliese e le materie prime offerte per l’occasione dalle aziende De Carlo, Qoqo di Viesti, Pastificio Marella, Cioccolateria Vetusta, Il Tartufo di Paolo, Salumi Segarelli, la vinicola Mirvita, Cirillo, Capuzzimati e la Pasta Jesce.

Questo evento, unico nel suo genere, vuole rimarcare il valore dei prodotti enogastronomici italiani, sottolineando come la qualità rappresenti allo stato attuale l’unica strada da seguire, per valorizzare le produzioni italiane oltre i confini territoriali.

Rassegna stampa