News - Fondazione Nikolaos

News

Puglia a Tavola 2019 – Settima edizione

Puglia a Tavola 2019 – Settima edizione

01 Febbraio 2019

Puglia a tavola

Un menù originale e interamente ispirato ai “favolosi anni ‘60” ha sorpreso i circa centocinquanta ospiti della settima edizione del  Premio “Puglia a Tavola”, il Gala dedicato alle eccellenze dell’enogastronomia locale organizzato dalla Fondazione Nikolaos e dall’I.P.S.S.A.R. “Armando Perotti” di Bari.

Nell’anno del Sessantennale dell’Istituto Alberghiero, che ha ospitato ieri la cena all’interno della Sala Scaramuzzi, Chef Antonio De Rosa ha proposto agli ospiti portate celebrative degli anni del boom economico, in un audace mix di tradizione e modernità preparato grazie alla collaborazione di aziende locali e associazioni di categoria come Coldiretti Puglia, Acqua Orsini, Pasta Marella, Caffè Cavaliere, Caggianelli, Marr e Idro Alimentari.

La serata, presentata dalla giornalista Patrizia Camassa, è stata occasione per l’assegnazione degli annuali Premi “Puglia a Tavola”, che hanno visto protagonisti di questa edizione tre chef pugliesi meritevoli di aver contribuito, con la propria passione e attività quotidiana, alla valorizzazione dell’eccellenza enogastronomica della regione.

È stata per prima la Direttrice dell’Ufficio Scolastico Regionale, Anna Cammalleri ad assegnare il riconoscimento a Chef Nicola Russo, per il ristorante “Al Primo Piano”di Foggia. A seguire, il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha premiato Chef Davide Pezzutodel ristorante “D.One” di San Pietro Vernotico. Terzo Premio “Puglia a Tavola” assegnato invece dal Sindaco di Bari, Antonio Decaro, a Chef Felice Sgarra del ristorante “Umami” di Andria e ritirato per lui da Michele D’Agostino, Presidente dell’Unione Cuochi Puglia.

Novità di questa edizione sono stati due speciali riconoscimenti assegnati a Chef Domenico Cantatore, proprietario del ristorante “Il Colosseo”di Osaka, meritevole di aver esportato, per primo, l’eccellenza della nostra regione all’estero e alla scrittrice barese Gabriella Genisi, autrice di romanzi noir sul cui sfondo domina l’elemento enogastronomico Made in Puglia.

Leggi

Alla ricerca dell’Identità nel Tempo: Albert Metasani in mostra nel Castello di Monopoli

Alla ricerca dell’Identità nel Tempo: Albert Metasani in mostra nel Castello di Monopoli

04 Dicembre 2018

La Puglia nei castelli

Una fresca serata di inizio dicembre in uno scenario suggestivo tra il mare e la pietra viva. Ha visto così la luce, sabato 1 dicembre, la personale di Albert Metasani, pittore e scultore italo-albanese, che ha presentato la sua mostra dal titolo “Identità nel Tempo” all’interno del Castello Carlo V di Monopoli. L’evento, organizzato dalla Fondazione Nikolaos con il patrocinio del Comune di Monopoli come primo esperimento invernale per la storica rassegna “La Puglia nei Castelli”, è stata occasione di confronto e studio sul tema dell’interpretazione – quanto più personale, suggestiva e sfaccettata – dell’arte. Presentato dall’Assessore comunale alla Cultura, Rosanna Perricci, dalla Direttrice del Castello, Olga Salerno e dal Vicepresidente della Fondazione Nikolaos, Roberto Di Marcantonio, Albert Metasani ha raccontato con passione le sue opere, dall’origine dell’idea fino alla loro realizzazione, lasciando che il pubblico suggerisse la propria personale emozione rispetto a ciascuno dei suoi quindici capolavori. Di grande interesse l’intervento della Professoressa Maria De Mola, Consigliera della Fondazione Nikolaos ed esperta d’arte, che ha valorizzato le opere di Metasani con la una lettura artistica puntuale e coinvolgente, capace di legare il talento e le opere di Metasani ad un excursus storico, nonché socio-culturale e ad una lettura allegorica dei dipinti, specchio di un’era contemporanea quanto mai fluida e carente di solidi punti di attracco. In questo senso, “Identità nel tempo” è una squisita raccolta di opere raffiguranti soggetti umani e animali alla ricerca della propria identità nel fluire del tempo moderno. Le opere concedono ai propri soggetti la possibilità di muoversi nello spazio e, contemporaneamente di cercarsi nel tempo, con l’intento di incontrarsi per rimanere liberi. I protagonisti animano i propri corpi viventi e non sono limitati dalla superficie, muovendosi in uno spazio in cui una testa non è un corpo, ma entrambe producono energia e passione. La mostra è visitabile fino a Domenica 16 Dicembre 2018, dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 20. Ingresso libero.

Leggi

Arriva a Bari il Munbam, primo Museo di San Nicola dei Bambini e delle Bambine

Arriva a Bari il Munbam, primo Museo di San Nicola dei Bambini e delle Bambine

16 Novembre 2018

Altri eventi

Sarà inaugurato a Dicembre 2018 a Bari il Munbam, primo Museo di San Nicola per i Bambini e le Bambine. Il progetto, che la Fondazione Myrabilia porterà avanti per tre anni grazie alla collaborazione con numerosi attori del panorama culturale barese, tra cui anche la Fondazione Nikolaos, si pone l’obiettivo di far conoscere a grandi e piccini la figura del Santo Patrono di Bari sotto un aspetto sacro ma anche profano.

Dal San Nicola dei miracoli a Babbo Natale, i cittadini baresi, i turisti, le scolaresche, avranno la possibilità di scoprire i dettagli della vita e delle tradizioni legate a questa figura famosa nel mondo intero.

L’iniziativa potrà essere implementata anche grazie ad una interessante operazione di crowfunding nella quale chiunque potrà dare il proprio contributo e sentirsi parte attiva nella realizzazione di questo progetto ambizioso di crescita dell’intera città di Bari.

Tutti i dettagli dell’iniziativa sono disponibili qui.

Scopri qui come poter dare il tuo contributo!

Leggi

Nikolart Stettino 2018

Nikolart Stettino 2018

22 Ottobre 2018

Nikolart

In occasione della XXVIII Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, si rinnova il sodalizio tra la Fondazione Nikolaos e il Dipartimento di Italianistica dell’Università di Stettino, in Polonia.

Torna così in scena Nikolart, il contenitore culturale che promuove talenti ed eccellenze pugliesi in Italia e all’estero. Format già rodato nelle scorse due edizioni svoltesi in Polonia, anche quest’anno Nikolart ha portato in scena eventi culturali basati sulla musica e sul cortometraggio “Made in Puglia”, aggiungendo, per questa edizione, la novità della fotografia.

Applauditissime sono state le esibizioni musicali del duo pugliese composto da Giuseppe De Trizio e Maria Giaquinto, le cui performance sono state arricchite dall’arte pittorica di Luigia Bressan, pittrice e scultrice originaria di Putignano, che ha illustrato in tempo reale le note dei due musicisti.

Per la rassegna “Nikolart Movie”, il pubblico  ha assistito con grande  entusiasmo alle proiezioni dei sette cortometraggi firmati Apulia Film Commission rientranti nel progetto dal titolo “Memorie”. I film, interamente girati in Puglia e sottotitolati in lingua polacca, hanno contribuito ancora una volta alla promozione del nostro territorio verso un pubblico che ha già dimostrato, negli scorsi anni, grande attenzione e curiosità nei confronti della Puglia.

Infine, novità di questa terza edizione di Nikolart Stettino è stata la mostra fotografica dal titolo “Luce D’Amare”. Realizzata a partire dall’omonimo contest fotografico svoltosi a Bari nei primi mesi del 2018, l’esposizione ha mostrato al pubblico polacco 40 scatti sul tema (esteso) del mare. Un modo, anch’esso, di mostrare fuori dai nostri confini le bellezze territoriali di una regione amata in tutto il mondo come la Puglia.

Leggi

Medici con L’Africa CUAMM riceve dalla Regione un nuovo camper sanitario

Medici con L’Africa CUAMM riceve dalla Regione un nuovo camper sanitario

20 Ottobre 2018

Altre iniziative

Sabato 20 ottobre il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha consegnato al gruppo di volontari di Medici con l’Africa Cuamm di Bari un nuovo camper attrezzato per le visite mediche negli insediamenti di migranti del Foggiano. Il camper, concesso in comodato d’uso dalla Regione Puglia a Medici con l’Africa Cuamm, permetterà ai medici volontari di continuare l’attività di monitoraggio e prevenzione sanitaria che, in appoggio al sistema sanitario regionale, portano avanti da qualche anno tra i braccianti agricoli che vivono nei “ghetti” del Foggiano.

Verranno garantite circa 2.500 visite mediche in un anno di attività, per la salute di persone emarginate e in stato di necessità.

L’assistenza medica non è l’unico obiettivo del progetto: i volontari infatti saranno impegnati anche nella sensibilizzazione tra la popolazione dei “ghetti”, per sensibilizzare le persone sull’importanza, in caso di necessità, di rivolgersi alle strutture del sistema sanitario, contribuendo all’integrazione della popolazione nel contesto sociale, nella prospettiva della progressiva dismissione degli insediamenti irregolari. Le attività del gruppo nel foggiano continuano senza interruzione dal 2015, garantendo un servizio gratuito offerto per tre domeniche al mese, per un totale di o 3.150 visite mediche effettuate. La popolazione dei “ghetti”, composta da braccianti agricoli, prostitute e altre comunità di migranti, varia tra le 1.000 e le 10.000 persone a seconda della stagione e del lavoro disponibile nei campi.

Leggi