• “L’unione e la solidarietà degli uomini possono prosciugare i mari e abbattere le montagne.”

    (Proverbio cinese)

  • “La cultura è l’unico bene dell’umanità che, diviso fra tutti, anziché diminuire diventa più grande.”

    (Hans Georg Gadamer)

  • “E’ nel cuore dell’uomo che la vita dello spettacolo della natura esiste; per riuscire a vederlo, bisogna sentirlo.”

    (Jean-Jacques Rousseau)

  • Solidarietà

    Mission primaria della Fondazione Nikolaos è la realizzazione di iniziative di solidarietà, intesa come forma di partecipazione collettiva per un mondo più giusto e più bello. Attraverso progetti ideati e portati avanti direttamente, in collaborazione o a favore di altri partner, la Fondazione si impegna con entusiasmo e passione in favore delle cause che meritano attenzione da parte dell’intera collettività: dal miglioramento della comunità locale, alle campagne di sensibilizzazione sui temi dell’infanzia, dell’accoglienza e dell’adozione a distanza, ai progetti educativi, socio assistenziali, formativi, sportivi e ricreativi.

     

    Sostieni la fondazione con il 5x1000

    Dal 2011, la Fondazione Nikolaos si impegna nella raccolta fondi con l’intento di favorire lo sviluppo di un mondo più giusto in cui tutti possano vivere con dignità e in libertà. La raccolta avviene anche attraverso la realizzazione di manifestazioni culturali e artistiche: mostre d’arte, rappresentazioni teatrali ed eventi sportivi.

     

    Codice Fiscale 06914540726

    Le nostre iniziative

    “Medici col Camper” alla 13^ edizione della Festa dei Popoli

    “Medici col Camper” alla 13^ edizione della Festa dei Popoli

    23 Maggio 2018

    Saranno presenti anche i volontari di “Medici col Camper” alla 13^ edizione della Festa dei Popoli, in programma a Bari, dal 25 al 27 maggio 2018, nel Parco di Punta Perotti. La manifestazione, organizzata dal centro interculturale Abusuan di Bari, sarà un momento di incontro e di dialogo tra culture diverse, nell’ottica dell’integrazione e della conoscenza reciproca, oltre che della solidarietà nei confronti dei più emarginati.

    C’è, infatti, una fetta della popolazione che sfugge ad ogni tipo di statistica; sono uomini e donne senza nome,senza una Patria e spesso anche senza volto. Sono solo numeri e nessuno si preoccupa di loro. Sono troppo spesso lasciati soli e allo sbando in quel Paese in cui si sono recati alla ricerca di una vita migliore senza neanche immaginare che sarebbero rimasti vittime dei loro sogni.

    Per fortuna però sul territorio esistono anche delle realtà sociali che fanno della solidarietà il loro cavallo di battaglia. Il Camper dei Medici solidali è proprio una di queste realtà. È infatti il frutto di un importante progetto attivo in Puglia già da ben 3 anni, nato grazie al sostegno della Fondazione Megamark. Medici volontari in pensione e operatori sanitari su un Caravan opportunamente attrezzato prestano opera di primo soccorso e svolgono un’importane opera di prevenzione e di cura nei confronti degli emarginati e dei senza fissa dimora, dai Rom, agli immigrati, a tutte le vittime di caporalato.

    Il Camper non serve per viaggiare ma viene utilizzato per fornire assistenza agli emarginati e a tutti coloro che versano in grave situazione di disagio e di bisogno.
    L’idea è nata dalla volontà di alcuni medici pensionati di Bari che 3 anni fa, dopo l’omicidio di un bracciante“in nero” avvenuto nel foggiano, decisero di mettere al servizio del prossimo le loro competenze, la loro esperienza professionale e il loro impegno solidale. In modo molto semplice e naturale hanno partoritol’iniziativa itinerante “Medici con il Camper” realizzata e resa possibile anche grazie all’ausilio e al sostegnodella Fondazione Nikolaos, della Professor Nicola Damiani Onlus, dei Missionari Comboniani e di Medici con l’Africa Cuamm.

    Vito Giordano Cardone, Presidente della Fondazione Nikolaos, ha creduto sin da subito in questa iniziativa e ha deciso di investire risorse ed energie per garantire la piena realizzazione dello stesso.
    Inizialmente l’unità mobile era fornita dalla Società In.con.tra di Bari che metteva gratuitamente a disposizione il suo automezzo per le visite e la distribuzione dei farmaci nei ghetti del territorio foggiano.

    Da circa un paio di mesi però i medici impegnati in questa missione hanno finalmente coronato il loro sogno: grazie ad un progetto presentato da Alessandra Anaclerio – una studentessa di medicina- alla Fondazione Megamark di Trani nell’ambito del concorso Orizzonti Solidali, hanno finalmente un Camper attrezzato tutto loro per gli interventi di primo soccorso che consente ai volontari di raggiungere varie situazioni di emergenza su tutto il territorio barese.

    “Il progetto è nato dalla constatazione di un bisogno sanitario e sociale di enorme portata spiega il responsabile del progetto”, Enzo Limosano, medico chirurgo. Esistono molti ostacoli tra i quali la mancanza di informazioni, gli ostacoli burocratici, le barriere linguistiche e culturali e “Medici con il Camper” si propone di abbattere tali ostacoli e di garantire l’inserimento sociale e il diritto alla salute di queste persone poste loro malgrado ai margini della società.

    Gli interventi sono tutti molto apprezzabili e affidati a personale altamente qualificato che accanto ai medici volontari prevede figure professionali di varia natura: mediatori interculturali, psicologi e consulenti legali.
    L’opera di Medici con il camper non si esaurisce di certo nei percorsi itineranti tra gli emarginati. Essi hanno anche realizzato un punto di ascolto sanitario nel centro di accoglienza Don Vito Diana, in via Francesco Curzio dei Mille, 74. Ogni 2 e 4 martedì di ogni mese , dalle 10.00 alle 12.00, le persone indigenti possono recarsi in loco dove un medico ed un infermiere svolgono una prima valutazione generale del loro stato di salute.

    Inoltre da venerdì 25 maggio a domenica 27 maggio, dalle ore 18.00 alle 24.00, nel corso della Festa dei Popoli realizzata a cura dei Missionari Comboniani, il camper stazionerà su lungomare Perotti per continuare a svolgere il suo servizio a favore dei più bisognosi.

    Di Marina Basile

     

     

    Leggi

    Mini gran premio di Bari

    Mini gran premio di Bari

    08 Aprile 2018

    Domenica 8 aprile 2018 si è svolto a Bari il primo Mini Gran Premio, organizzato da Old Cars Club – Club federato ASI – con il patrocinio del Comune di Bari e di UNICEF Italia e la collaborazione della Fondazione Nikolaos.  Alla gara hanno partecipato bambini dai 4 ai 9 anni in un circuito appositamente creato per macchine a pedali, costruite artigianalmente in Italia in stile anni Cinquanta. L’iniziativa  ha proposto in chiave rivisitata il consueto gran premio di  Bari, con l’intento di coinvolgere i più piccoli in un evento sportivo che ha finalità sociali: l’intero ricavato della giornata, infatti,  è stato devoluto a Unicef Italia.
    Al termine della gara i piccoli hanno avuto la possibilità di arricchire il «Muro del Sorriso»: uno spazio interamente dedicato a  foto o a messaggi di speranza per promuovere ideali come la sportività, l’amicizia e la fratellanza in chiave internazionale.

    La manifestazione è stata arricchita di una sfilata di auto e moto lungo Via Venezia per arrivare in Corso Vittorio Emanuele, dove è stata allestita una mostra di veicoli d’epoca e auto moderne, grazie alla collaborazione con il Porsche Club Puglia, dalla Jaguar E type spider del 1966 (famosa come l’auto di Diabolik) alla storica Fiat 500.

    Leggi

    5×1000

    5×1000

    21 Marzo 2018

    La Fondazione Nikolaos si impegna da anni nella raccolta fondi del 5×1000 per garantire una vita migliore a tutti coloro che vivono in condizioni di disagio, in Italia e all’estero. Un gesto che non costa nulla e vale moltissimo. Infatti  l’obiettivo è favorire lo sviluppo di un mondo più giusto in cui tutti possano avere le stesse parità e diritti.

    Per devolvere il tuo 5×1000 è necessario firmare il riquadro presente nella dichiarazione dei redditi che riporta la dicitura: “Sostegno del volontario e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni e fondazioni riconosciute…” e inserire il codice fiscale: 06914540726 

    Il tuo gesto per noi è molto importante!

    Leggi

    Una cena di beneficenza per l’Agebeo

    Una cena di beneficenza per l’Agebeo

    16 Marzo 2018

    Vi sono sogni e promesse che appaiono irrealizzabili se non addirittura folli. Una di queste promesse è quella che Michele Farina ha fatto a suo figlio Vincenzo in punto di morte, mentre quest’ultimo esalava l’ultimo respiro.

    Gli ha giurato che nessun’altra famiglia avrebbe patito quello che avevano provato loro: un senso di solitudine e di abbandono nel momento in cui si trovavano ad affrontare il loro immenso dolore.

    Ecco dunque che un uomo da solo ha trovato la forza e il coraggio di mettere in piedi un progetto che appariva addirittura folle: voleva realizzare una struttura che potesse accogliere i genitori dei bambini affetti da malattie oncoematologiche in modo che, durante il periodo del ricovero, essi potessero stargli accanto. Naturalmente un uomo da solo non avrebbe potuto realizzare tutto ciò che sta nascendo a Bari, in Via Camillo Rosalba. Michele infatti è sempre stato aiutato da persone che hanno creduto nel suo progetto e hanno voluto investire con lui nella realizzazione di quest’opera grandiosa.

    Il rustico delle prime otto unità abitative è già stato ultimato, ma occorrono ancora molti fondi per completare l’opera. Sono fondi difficili da reperire.

    Oltre all’associazione “30 ore per la vita”, che ha sempre sostenuto il progetto del “Villaggio di Accoglienza” di Agebeo, altri amici si sono avvicendati lungo il percorso.

    Anche in questa occasione sul suo cammino l’Agebeo ha incontrato dei benefattori che si sono attivati nell’organizzazione di una cena di beneficenza.

    La serata si è svolta venerdì 16 marzo presso il ristorante “Teste Calde” di Rutigliano ed è stata organizzata con la collaborazione del famoso Chef Internazionale Donato Carra che ha curato tutti gli aspetti organizzativi dell’evento insieme alla Divella Spa, alla Saicaf e alla Fondazione Nikolaos, sempre in prima linea sul fronte della solidarietà. Anche la scelta del ristorante non è stata casuale perché, oltre a garantire un’eccellente cucina, è una struttura ricettiva che si distingue anche nel ramo sociale; dà impiego infatti a numerosi ragazzi diversamente abili che si prodigano nel lavoro donando il massimo di se stessi.

    Ospiti della serata anche alcuni esponenti delle istituzioni, la neo eletta onorevole Anna Rita Tateo, il consigliere del comune di Bari, Fabio Romito che hanno dichiarato la loro piena disponibilità a sostenere l’Agebeo in qualsiasi iniziativa. Presente, anche se a distanza, il consigliere comunale Giuseppe Carrieri che pur non potendo presenziare fisicamente alla cena,  non ha fatto mancare il suo contributo al progetto.

    Una serata durante la quale si è avuta la dimostrazione che operando in rete si possono realizzare grandi opere e raggiungere risultati eccellenti.

    Marina Basile

    Leggi

    “Medici con il camper”: presentazione dai Missionari Comboniani

    “Medici con il camper”: presentazione dai Missionari Comboniani

    20 Febbraio 2018

    Il 20 febbraio si è svolta l’iniziativa organizzata dalla Fondazione Nikolaos, in collaborazione con Prof. Nicola Damiani Onlus,  Missionari Comboniani e  Medici con l’Africa CUAMM.

    La realizzazione dell’intervento è stata affidata ad uno staff di medici, odontoiatri, volontari, mediatori interculturali, psicologi e consulenti legali.

    L’unità mobile di strada è già attiva da un paio di anni nel territorio foggiano, grazie alla collaborazione dell’Associazione In.Con.Tra di Bari che ha messo gratuitamente a disposizione ogni domenica il camper utilizzato durante la settimana per la distribuzione dei pasti ai bisognosi e ai senza fissa dimora.

    Il camper attrezzato per gli interventi di primo soccorso consente ai volontari di ampliare il loro raggio di azione e di raggiungere, attraverso una rete di associazioni,  altre situazioni di emergenza su tutto il territorio barese.

    «Di fronte a una iniziativa così importante – ha commentato Francesco Pomarico, coordinatore della Fondazione Megamark – non abbiamo avuto dubbi sulla necessità di dare il nostro sostegno. È un progetto che concretamente garantisce a chi è meno fortunato un diritto fondamentale, che è il diritto alla salute; siamo orgogliosi di poter contribuire a migliorare, seppur in parte, la qualità della vita di queste persone. È questo l’obiettivo della nostra Fondazione: tendere la mano a chi ha più bisogno».

    L’intento è quello di garantire il diritto alla salute e l’inserimento sociale a tutti coloro che vivono una situazione di disagio, attraverso una serie di provvedimenti che permettono il  miglioramento della vita.

     

    Leggi

    Benedizione e avvio del progetto “Medici col camper”

    Benedizione e avvio del progetto “Medici col camper”

    04 Febbraio 2018

    Domenica 4 febbraio, nel sagrato della Chiesa di Sant’Antonio, a Bari, si è svolta la benedizione del Camper allestito come unità di primo soccorso in collaborazione con la fondazione Nikolaos e la Prof. Nicola Damiani Onlus per il progetto “Medici con il Camper”, iniziativa promossa da medici volontari che prestano assistenza socio-sanitaria e primo soccorso ai bisognosi, con particolare attenzione alle periferie dimenticate della regione.

    Come dichiarato da Enzo Limosano, responsabile del progetto ‘Medici con il camper’: “l’unità mobile di strada è già operativa da un paio di anni nei ghetti del territorio foggiano, a Borgo Tre Titoli e a Mezzanone, grazie alla collaborazione dell’Associazione In.Con.Tra di Bari che ha messo gratuitamente a disposizione ogni domenica il camper utilizzato durante la settimana per la distribuzione dei pasti ai bisognosi e ai senza fissa dimora”.

    Si tratta di  un progetto itinerante che vede questo “centro di ascolto su quattro ruote” raggiungere le zone  in cui è più alta la percentuale di senza fissa dimora, extracomunitari e bisognosi di ogni genere.

    I destinatari dell’iniziativa  hanno ricevuto un servizio di assistenza sanitaria e adeguate informazioni su norme igienico-sanitarie.

    Dopo una prima visita i medici hanno fornito una diagnosi e un’adeguata terapia farmacologica; in caso di necessità hanno orientato verso le strutture sanitarie territoriali, gli enti di tutela, accoglienza e integrazione.

    Alla cerimonia di benedizione hanno preso parte il Prof. Vincenzo Limosano, coordinatore delle attività di solidarietà della Fondazione Nikolaos e i rappresentanti di Medici con l’Africa Cuamm e il Dott. Renato Laforgia.

     

     

    Leggi

    Premiazione Bando “Orizzonti solidali” 2018

    Premiazione Bando “Orizzonti solidali” 2018

    14 Gennaio 2018

    Domenica 14 gennaio, al Teatro Team di Bari,  si è svolta la cerimonia di premiazione Orizzonti solidali, bando di concorso finalizzato al finanziamento di iniziative di responsabilità sociale da svilupparsi in Puglia,  promosso dalla Fondazione Megamark in collaborazione con i supermercati Dok, A&O, Famila e Iperfamila e con il patrocinio della Regione Puglia e del suo assessorato al Welfare.

    Ospiti della serata, il comico  Angelo Pintus, noto per le sue partecipazioni televisive a Zelig e Colorado, che ha allietato il pubblico in sala con le sue gag tutte da ridere e la Rimbamband, che ha portato sul palco la sua travolgente energia, con tanta buona musica.

    Il bando ha segnato un 2017 da record con progetti di natura sociale, culturale e ambientale. La fondazione,infatti,  ha messo a disposizione  un importo complessivo di 254.800 euro con lo scopo di finanziare 15 iniziative, tutte da realizzarsi in Puglia.

    Tra i vincitori ricordiamo: La Fondazione Nikolaos per il progetto “Medici con il Camper”. 

    Questo progetto già sperimentato con successo a Foggia,  ha ampliato il suo raggio di azione per raggiungere altre situazioni di emergenza.  I medici dell’Africa Cuamm, insieme con la Fondazione Nikolaos professor Nicola Damiani Onlus ed i Missionari Comboniani hanno garantito visite e cure di primo soccorso, ma soprattutto prevenzione tra gli emarginati ed i senzatetto, raggiungendo le zone più periferiche grazie ad un camper attrezzato.

    Uno staff di medici si è messo a disposizione per fornire un servizio di prima assistenza che prevede diagnosi e prescrizione farmacologica.

    Il camper, attrezzato per gli interventi di primo soccorso,  è stato acquistato con il contributo della Fondazione Megamark, grazie alla sinergia con una rete di associazioni come la Caritas, la Comunità di Sant’Egidio, la Onlus Giuseppe Moscati di Bari ed  altre.

    Leggi

    Mani unite per il Congo 2017

    Mani unite per il Congo 2017

    10 Dicembre 2017

    Domenica 10 dicembre  si è svolto presso il ristorante Villa Maria di Crispiano, il consueto appuntamento di solidarietà Mani unite per il Congo a cui hanno preso parte sette chef strepitosi e appassionati e un pubblico buongustaio e dal cuore grande, abbellito da tante prelibatezze preparate con amore e con le materie prime che la nostra terra ci regala.

    L’iniziativa è organizzata dalla chef Antonella Scatigna, patron della “Taverna del Duca” di Locorotondo  e socia de La Puglia è Servita, il consorzio di professionisti pugliesi dell’ospitalità e della ristorazione che ogni anno contribuisce a dare una speranza ai bambini di Katana (Congo).

    Gli chef hanno presentato un menù unico, dove le materie prime “made in Puglia” sono indiscusse protagoniste.

    L’intero ricavato è stato consegnato all’orfanotrofio personalmente da Antonella Scatigna, durante il prossimo viaggio in Congo e destinato  all’acquisto dei lettini per i piccoli ospiti dell’orfanotrofio gestito dalle Suore Figlie di Maria Regina Apostolarum.

    “In questi otto anni – dichiara Antonella – la raccolta fondi ha assunto una valenza internazionale ed ha permesso di istituire una vera e propria associazione, raggiungendo importanti risultati per i bambini ospiti dell’orfanotrofio, come la costruzione di un’aula magna, la realizzazione della cucina e di una porzione del muro di cinta, l’acquisto dei banchi e degli arredi per la scuola solo per citarne alcuni. C’è ancora molto da fare, ma lavorando insieme ai tanti volontari e amici che hanno sposato la causa riusciremo nel nostro intento”.

    Si ringraziano: ARPARistorin, QuartigliaVoglia di PaneSelecta e tutti coloro che hanno offerto gratuitamente il proprio contributo.

    Leggi

    Balneazione per tutti

    Balneazione per tutti

    10 Agosto 2017

    Giovedi 10 agosto la Fondazione Nikolaos e la Prof. Nicola Damiani Onlus, in collaborazione con l’associazione L’albero dei sogni di Cristian Calabrese, hanno reso operativa a Bari la nuova spiaggia per la stagione balneare 2017 anche per i disabili

    La spiaggia di Torre Quetta, appena inaugurata, si attrezza per ospitare nel modo più efficace i disabili, prevedendo anche un punto sanitario a loro disposizione.  L’accoglienza dei disabili e la loro adeguata sistemazione sulla spiaggia è stata garantita da un operatore, che  offre assistenza a tutti gli accompagnatori.

    L’obiettivo è quello di ampliare i servizi offerti in favore del pubblico, installando un punto di accoglienza e accompagnamento per le persone disabili e un’area per lo sgambamento dei cani.

    Il primo è stato realizzato nei pressi del parcheggio, per agevolare l’accesso al lido a tutti coloro che presentano difficoltà motorie, mentre l’area per sguinzagliare i cani è sorta nei pressi della torre.

    Si tratta di due provvedimenti che abbiamo ritenuto di adottare per andare incontro alle esigenze espresse dai cittadini, sempre più numerosi, che frequentano Torre Quetta – commenta Carla Palone -. D’accordo con l’associazione L’Albero dei sogni, che si è resa disponibile ad effettuare gli interventi necessari, e su suggerimento di alcuni consiglieri comunale, abbiamo pensato di rendere questo tratto del litorale cittadino accogliente per tutti. Entrambe le delibere, infatti, danno mandato al direttore di ripartizione di adottare gli atti necessari affinché la spiaggia diventi pienamente fruibile non solo per le persone con disabilità, che potranno frequentarla non appena saranno allestiti gli ausili necessari, ma anche per i proprietari di cani che non dovranno separarsi dai propri amici ma potranno vivere insieme a loro le giornate di mare”.

    Leggi

    Progetto Ortoterapia

    Progetto Ortoterapia

    10 Maggio 2017

    Mercoledì 10 maggio ha preso il via il  progetto  Ortoterapia organizzato dalla fondazione Nikolaos in collaborazione con la Prof Nicola Damiani Onlus.

    L’intento è quello di intervenire a favore di coloro che, affetti da disabilità fisica o mentale, versano in situazioni di esclusione o emarginazione sociale, attraverso l’apprendimento di nuove abilità e competenze che permettono l’integrazione dei disabili all’interno della comunità.

    Attraverso questo impegno, è stato possibile migliorare le condizioni di vita dei diversamente abili residenti nell’area Metropolitana di Bari: l’apprendimento di nuove abilità e competenze pratiche e teoriche costituisce un supporto per l’autonomia e l’autostima dei soggetti destinatari.

    Caratteristica principale del progetto è la creazione di un orto comune, che sorge in una piccola area coltivabile messa a disposizione dalla Prof. Nicola Damiani Onlus,  ad opera dei soggetti disabili, supportati da tutti i volontari delle associazioni coinvolte nel progetto.

    L’Ortoterapia o Terapia Orticolturale è un metodo riabilitativo del disagio e della disabilità che appartiene all’ambito delle terapie occupazionali. Consiste nella cura e nella gestione del verde, nella coltivazione di fiori, ortaggi ed altre piante.  Questa attività  migliora il tono dell’umore, stimola il senso di responsabilità e socializzazione, rafforza fiducia e autostima e potenzia i rapporti con gli altri.

     

    Leggi

    Centro di ascolto Sant’Antonio

    Centro di ascolto Sant’Antonio

    10 Maggio 2017

    Mercoledì 10 maggio è stato inaugurato, nei pressi della Chiesa di Sant’Antonio a Bari, un centro di ascolto a carattere sanitario, nell’ambito dei programmi di solidarietà attivati dalla Fondazione Nikolaos in collaborazione con  gli operatori sanitari aderenti all’iniziativa Medici on the Road e all’Associazione Onlus Prof. Nicola Damiani. 

    La struttura aperta al pubblico ogni venerdì, si rivolge a tutti coloro che, in situazioni di bisogno, vorranno sottoporsi a screening di base gratuiti.

    L’obiettivo è quello di fornire prestazioni sanitarie gratuite ai senza fissa dimora, alle famiglie che gravano in difficoltà economiche e ai bisognosi di ogni età.

    E’ stato il dottor Enzo Limosano,  chirurgo vascolare da anni impegnato nel volontariato, ad ascoltare gli ospiti, ad effettuare le visite di prevenzione e a indirizzare i pazienti ad altri medici volontari che fanno parte della prof. Nicola Damiani Onlus.

    A chiedere una mano ai professionisti che fanno parte della Fondazione Nikolaos è stato il parroco padre Vito Dipinto impegnato da anni a fronteggiare  i problemi delle famiglie che risiedono nel quartiere  Madonnella.

    Leggi

    Mani unite per il Congo 2016

    Mani unite per il Congo 2016

    11 Dicembre 2016

    Lunedì 11 dicembre si è svolta la cena di beneficenza Mani Unite per il Congo realizzata dalla Fondazione Nikolaos in collaborazione con Attivamente Puglia OnlusSlow Food e Progetto Agata Smeralda Onlus.

    Liniziativa che vede la partecipazione dei più rinomati chef pugliesi,  è volta alla realizzazione di interventi di scolarizzazione e autocostruzione nel villaggio dei bambini dell’orfanotrofio congolese “Alama Ya Kitumaini” (‘segno di speranza’), situato nella regione Sud-Kivu della nazione centroafricana.

    Data la sua particolare localizzazione, è raggiungibile esclusivamente attraverso un percorso difficile e tortuoso tra i paesaggi dell’Africa equatoriale; diventa quindi fondamentale portare il nostro aiuto a questi bambini in grave difficoltà.

    I fondi raccolti saranno consegnati direttamente da Antonella Scatigna nel suo prossimo viaggio in Congo.

     

    Leggi

    Mani unite per il Congo 2015

    Mani unite per il Congo 2015

    13 Dicembre 2015

    Domenica 13 dicembre si è svolta la cena di beneficenza  Mani Unite per il Congo , organizzata dalla Fondazione Nikolaos  in collaborazione con Attivamente Puglia Onlus, Slow Food e Progetto Agata Smeralda Onlus.

    L’intento è quello di promuovere lo sviluppo sociale ed economico di chi  vive in situazioni di disagio e di sfruttamento. La raccolta fondi viene gestita attraverso pranzi di beneficenza ed è rivolta ai bambini che vivono all’interno di villaggi dove dignità e diritti non sono sempre garantiti.

    Come ogni anno, Antonella, proprietaria della “Taverna del Duca” di Locorotondo (BA), organizza un pranzo lavorando lei stessa dietro i fornelli e assicurandosi che chiunque voglia contribuire alla realizzazione dello stesso lo faccia in modo totalmente gratuito.

    La sua dedizione per questa causa è nata nel 2010 quando per un viaggio di vacanza si è recata in Congo. “Partii da sola – racconta Antonella – e fui ospitata dall’Orfanotrofio Alama Ya Kitumaini che in italiano significa “Segno di speranza”. Il condividere le mie giornate con i bambini dell’Orfanotrofio ha completamente cambiato le mie priorità. Veder morire poveri piccoli innocenti per cose che per noi sono scontate, come il cibo o una medicina, non è qualcosa che si dimentica facilmente. Non credo ci sia qualcuno che ha fatto un’esperienza del genere senza poi apportare dei cambiamenti nella propria vita.”

    L’obiettivo della cena è stato quello di raccogliere fondi per il completamento dell’orfanotrofio “Alama Ya Kitumaini” a Katama, nella Repubblica Democratica del Congo e la realizzazione di opere primarie per la sicurezza dei bambini.

    Leggi

    Mani unite per il Congo 2014

    Mani unite per il Congo 2014

    14 Dicembre 2014

    Domenica 14 dicembre si è svolto il pranzo di beneficenza  Mani Unite per il Congo organizzato da Antonella Scatigna e la Fondazione Nikolaos di Bari, in collaborazione con Attivamente Puglia Onlus, Slow Food Alberobello e Valle d’Itria e Progetto Agata Smeralda Onlus.

    Con l’occasione 6 rinomati chef della Puglia hanno presentato un menù per raccogliere i fondi per il progetto di completamento dell’orfanotrofio e la realizzazione delle sue opere primarie per la sicurezza dei bambini  di “Alama Ya Kitumaini”, in Congo.

    Si ringrazia chi ha offerto il proprio contributo gratuitamente e gli chef Erika Conserva, Raffaele De Giuseppe, Stefano D’Onghia, Pasquale Fatalino, Domenico Laera e Antonella Scatigna, principale sostenitrice del progetto di raccolta fondi in Italia e all’estero dal 2010. Da sempre al suo fianco, a sostegno del suo costante impegno, è presente  il mondo della ristorazione. L’intento è quello di lavorare ogni giorno per dare ai bambini ciò che ognuno di loro merita: l’opportunità di crescere sani e avere un’adeguata educazione che li faccia sentire protetti.

    Leggi

    Adozione a distanza

    Adozione a distanza

    10 Agosto 2014

    Domenica 10 agosto è stata inaugurata  l’iniziativa Adotta un bambino a distanza,  organizzata in collaborazione con le associazioni Nirmala di Pisa e Germoglio di Speranza Onlus di Roma, che si pone l’obiettivo di sostenere i bambini che vivono all’interno delle stesse comunità in situazioni di disagio, povertà e  sottosviluppo, in modo da ampliare i risultati positivi anche sul piano sociale, umanitario, ambientale e culturale.

    Questo progetto contribuisce a rafforzare i legami tra popoli di culture e paesi diversi. Il rapporto che si sviluppa tra ogni sostenitore e ogni bambino adottato è unico, perchè mette in contatto realtà di vita, cultura e tradizioni diverse, delle quali poco si sapeva.

    Il sostegno a distanza può cambiare la vita di una persona, offrendo un miglioramento della vita, la possibilità di studiare e una concreta speranza per un  futuro migliore.

    Leggi

    Uniti alla meta

    Uniti alla meta

    20 Maggio 2014

    Il 20 maggio l’Associazione Sportiva Trust in collaborazione con la Fondazione Nikolaos, Lega Coop Puglia, Fondazione Carlo Valente, Cooperativa Sociale Spazi Nuovi, partner impegnati nella promozione e valorizzazione d’iniziative di solidarietà sociale, ha dato il via al progetto Uniti alla meta.

    Questa iniziativa nasce nel 2014 dalla volontà di alcuni operatori impegnati sul territorio di diffondere e rafforzare modelli reali di partecipazione sociale costruttiva, con lo scopo di migliorare la qualità di vita degli utenti dei Servizi Psichiatrici della città, attraverso la pratica sportiva. Lo sport infatti, è lo strumento attraverso cui si afferma l’educazione alla relazione e alla socialità.

    Il progetto vuole confermare il ruolo straordinario dello sport per tutti nei percorsi di riabilitazione socio-terapeutica, trasformando questa esperienza in una storia vera di attenzione alla persona e non alla prestazione o al risultato, facendosi carico dei diritti alla salute mentale, al benessere, alla qualità delle relazioni, alla riscoperta di risorse dimenticate o spente dalla malattia, al piacere dello stare assieme, del gruppo, della squadra, dell’amicizia.

    Per raggiungere questo scopo abbiamo dato il via alla campagna di sensibilizzazione per raccogliere fondi e quindi poter garantire sostegno e dignità ai giocatori durante tutte le fasi di questa meravigliosa esperienza triennale, impegnandoci sul fronte del social rugby della riabilitazione e dell’inclusione sociale.

    Leggi

    Mani unite per il Congo 2013

    Mani unite per il Congo 2013

    13 Dicembre 2013

    Venerdì 13 dicembre 2013 presso il ristorante Villa Maria di Crispiano, si è svolta la cena di beneficenza organizzata dalla Fondazione Nikolaos di Bari, in collaborazione con Attivamente Puglia Onlus, Slow Food e Progetto Agata Smeralda Onlus.

    L’obiettivo della cena è quello di raccogliere fondi per il completamento dell’orfanotrofio “Alama Ya Kitumaini” di Katana, in Congo.

    Lo scorso anno sono stati raccolti 9.000 euro per la Congregration des Filles de Marie Reine des Apotres de Bukavu, grazie ai quali si è realizzata una scuola e sono stati acquistati generi di prima necessità per la sicurezza di tutti i bambini.

    Antonella Scatigna, principale sostenitrice del progetto di raccolta fondi Mani unite per il Congo, racconta come questa sua dedizione sia nata nel 2010 durante un viaggio di vacanza in Congo.

    “Partii da sola – racconta Antonella – e fui ospitata dall’Orfanotrofio Alama Ya Kitumaini che in italiano significa “Segno di speranza”. Il condividere le mie giornate con i bambini dell’Orfanotrofio ha completamente cambiato le mie priorità. Veder morire poveri piccoli innocenti per cose che per noi sono scontate, come il cibo o una medicina, non è qualcosa che si dimentica facilmente. Non credo ci sia qualcuno che ha fatto un’esperienza del genere senza poi apportare dei cambiamenti nella propria vita.”

    L’intero ricavato della serata è stato consegnato ad Antonella Scatigna e consegnato in Congo nel suo prossimo viaggio.

    Leggi