• “L’unione e la solidarietà degli uomini possono prosciugare i mari e abbattere le montagne.”

    (Proverbio cinese)

  • “La cultura è l’unico bene dell’umanità che, diviso fra tutti, anziché diminuire diventa più grande.”

    (Hans Georg Gadamer)

  • “E’ nel cuore dell’uomo che la vita dello spettacolo della natura esiste; per riuscire a vederlo, bisogna sentirlo.”

    (Jean-Jacques Rousseau)

  • Puglia a tavola

    La promozione dell’eccellenza del nostro territorio passa anche – e soprattutto! – dalla proposta eno-gastronomica. Conosciuti e amati in Italia, i piatti della tradizione pugliese rappresentano il vero e proprio bigliettino da visita della nostra regione nel Mondo. Forte di questa convinzione, la Fondazione Nikolaos dedica l’evento di apertura della sua programmazione annuale proprio alla cucina, con il consueto “Premio PUGLIA A TAVOLA”.

    Istituito per la prima volta nel 2013, il progetto PUGLIA A TAVOLA è rivolto alle eccellenze del settore gastronomico e turistico pugliese. Nel mese di gennaio in occasione di un gala realizzato in collaborazione con l’Istituto Professionale Alberghiero Armando Perotti di Bari, vengono assegnati i premi ai personaggi della ristorazione che con grande impegno hanno contribuito a rafforzare l’immagine del territorio, incrementandone l’attrattiva turistica.

    A guidare la squadra, in cucina, lo chef e docente Antonio De Rosa, che ogni anno propone un menù ricco ed elaborato, secondo un tema conduttore: dai piatti della tradizione alle contaminazioni in chiave moderna, dai colori della salute, alle antiche ricette della Roma Imperiale.

    Grazie alla passione del suo dirigente scolastico e di tutto il suo staff, il consueto Gala è ospitato presso l’istituto scolastico dove gli studenti mettono in pratica gli studi affrontati per offrire una serata di alta cucina, dall’allestimento della sala, alla preparazione delle portate in cucina, al servizio al tavolo, gli allievi del Perotti si mettono alla prova dimostrando l’eccellenza della formazione offerta dall’Istituto alberghiero barese.