Conferenza internazionale online “Il movimento della Resistenza in Italia durante la Seconda Guerra Mondiale: persone, storie, memorie”. - Fondazione Nikolaos

Conferenza internazionale online “Il movimento della Resistenza in Italia durante la Seconda Guerra Mondiale: persone, storie, memorie”.

14 Luglio 2020

Russian Events

Si è svolta il 14 luglio 2020, organizzata dalla prestigiosa Società di Storia della Russia (RIO), la Conferenza internazionale online “Il movimento della Resistenza in Italia durante la Seconda Guerra Mondiale: persone, storie, memorie”.

L’evento è stato presentato da Konstantin Mogilevsky, presidente del Consiglio di amministrazione della RIO e da Konstantin Pevnev, membro del Consiglio della RIO.

Tre ore di ricchissima discussione sulle tematiche inerenti la Resistenza italiana e la partecipazione attiva dei sovietici alla Liberazione dell’Italia e dell’Europa.

Molti ed importanti ospiti italiani e russi hanno arricchito la discussione: Alexander Chubaryan, copresidente della Società di Storia della Russia, accademico dell’Accademia delle Scienza Russa e Direttore scientifico dell’Istituto di Storia generale dell’Accademia delle Scienze; Massimo Eccli, autore del libro “I partigiani sovietici in Italia”; Michail Talalay storico e autore  di numerosissime pubblicazioni; Nataliya Nikishkina, presidente del Comitato “Dante Alighieri” di Mosca, l’editore Sandro Teti. La Fondazione Nikolaos è stata rappresentata da Giorgia Cutino, ricercatrice in filosofia e storia.

La ricerca condivisa si propone, per il futuro, di arricchirsi sempre più di testimonianze e documenti non solo per conservare la memoria del passato, ma soprattutto per preservare i valori della patria contro ogni tentativo di riscrivere o distorcere la storia della Seconda Guerra Mondiale, affinchè emergano sempre vivi i valori della verità e della pace.

Si rafforzano sempre più, dunque, i rapporti di amicizia e collaborazione tra la RIO e la Fondazione Nikolaos, dopo la firma del Protocollo d’intesa e partenariato stipulata nel dicembre del 2019, a seguito del successo internazionale della Mostra-Convegno “Luoghi e Memorie 1943-1945”.