IV Festival dell'Arte Russa a Bari: Giardino estivo delle Arti - Fondazione Nikolaos

IV Festival dell’Arte Russa a Bari: Giardino estivo delle Arti

17 Maggio 2012

Russian Events

Per il sesto anno consecutivo la città di Bari si è trasformata nel “Giardino estivo delle arti”.
Il VI Festival dell’Arte Russa in una cornice di straordinaria magia, dal 17 al 22 maggio 2012, ha regalato ancora una volta intensi giorni animati dall’arte ed alla cultura russa nell’ambito della lirica, artigianato, pittura, rassegna cinematografica e tanto folklore. Con un bilancio assolutamente positivo e immensa soddisfazione degli organizzatori, visto il riscontro di pubblico e partecipazione agli eventi, è calato il sipario sulla sesta edizione del Festival dell’arte russa, lasciando come sempre un pò di nostalgia nei cuori di tutti. L’evento interculturale, organizzato e promosso dalla Fondazione Nikolaos di Bari e dalla Fondazione Russa delle Iniziative Sociali e Culturali, presieduta dalla Sig.ra Svetlana Medvedeva e diretta dalla Sig.ra Tatiana Shumova, ha proposto un fitto programma di appuntamenti  culturali, artistici e musicali che hanno dato spazio a momenti unici e suggestivi. La cerimonia di apertura del Festival ha visto la contestuale inaugurazione della Mostra di opere “Il Viaggio: Emozioni e Spirito in cammino”,  realizzate a cura di 5 artisti  dell’Accademia di Belle Arti di Bari e di 5 artisti dell’Istituto V.I. Suricov di Mosca. Il buon esito del progetto, avviato nella città di Mosca a dicembre 2011 in occasione del “II Festival dell’Arte Italiana – Suggestioni di Puglia ”, ha dettato l’esigenza di completare nella città di Bari lo scambio interculturale tra gli artisti coinvolti.

Tra le serate maggiormente applaudite, quella svoltasi nell’Auditorium Diocesano Vallisa, con l’esibizione dei Solisti del Teatro Mariinskji  di San Pietroburgo in concerto. I tre interpreti Dmitry Voropaev tenore, Ekaterina Sergeva mezzosoprano e Gelena Gaskarova soprano, accompagnati al pianoforte dall’artista Emerita della Russia Larissa Gergieva, hanno affascinato il pubblico barese con le loro eccezionali doti canore e perfette interpretazioni musicali.
Come di consueto il rappresentativo e spirituale  Portico dei Pellegrini della Basilica di San Nicola, reso più speciale dall’intensa commozione dei presenti, ha accolto la mostra d’arte russa che ha visto l’esposizione fotografica delle “Pagine della storia della Cattedrale di Cristo Salvatore”, l’esposizione di Paramenti sacri, preziosi oggetti ricamati in oro facenti parte di una collezione privata e l’esposizione di gioielli “Immagini ortodosse nei gioielli: bellezza, tradizione e fede”, un’originale  collezione orafa di simboli ortodossi ideata da Vladimir Mikhailov.

Il festival per una sera si è spostato poi da Bari nella piazza dell’Orologio del Comune di Polignano a Mare dove il Coro patriarcale della Cattedrale di Cristo Salvatore  ha reso omaggio alla cittadinanza con l’esibizione di brani, sacri, operistici e  di musica popolare. Nella stessa piazza si è passati dalla spiritualità all’allegria, con l’esibizione del Balletto Nazionale Kostroma, alla presenza del sindaco della città di Kastroma Yurj Zurin, giunto a Bari per sottoscrivere con il Sindaco di Bari Michele Emiliano un accordo di collaborazione futura, nei diversi ambiti culturali ed economici  tra i due paesi. Il gruppo ha dato atto della grande bravura e professionalità, coinvolgendo il pubblico in un’esplosione di partecipazione  e  catturandolo anche dal punto di vista coreografico, grazie ai preziosi vestiti di scena.

Di egual misura il successo riscontrato dagli artisti del Balletto Nazionale di Kostroma che li ha visti volteggiare sul palco della magica Piazza del Ferrarese della città di Bari , impreziosita dalle luminarie della Festa di San Nicola, dove si è riscontrato una straordinaria partecipazione di pubblico.  Sullo stesso palco si è esibito il Gruppo folkloristico Ryazanochka della citta di Ryazan, che ha presentato un repertorio di canzoni russe e cosacche, canti natalizi e carnevale russi accompagnati da numerosi strumenti popolari.