Prima produzione di miele nell' Orto della Salute - Fondazione Nikolaos

Prima produzione di miele nell’ Orto della Salute

01 Agosto 2020

Orto della salute

La prima produzione miele dell’Orto della Salute… il lavoro di un anno con le arnie installate a Ceglie del Campo per il “Progetto apicoltura” ha dato i suoi primi frutti!!
In laboratorio, la lavorazione del miele viene effettuata esclusivamente a freddo, con tecniche “gentili”, semi-manuali, che permettono di mantenere intatti tutti i nutrienti del miele.
Per questo motivo alcuni nostri mieli possono cristallizzare naturalmente.
In apicoltura, uno dei momenti più soddisfacenti è sicuramente quello della smielatura. Quando si parla di smielatura, si intendono in senso lato tutte quelle operazioni che sono messe in atto dall’apicoltore per poter estrarre il miele dai favi e renderlo disponibile al consumo. Per fare ciò, bisogna rispettare delle procedure specifiche e sono necessarie apposite apparecchiature.In base al tipo di apicoltura, alla località di produzione e alle esigenze dell’apicoltore, nel corso della stagione apistica si potrebbe assistere a diverse smielature.  Constatata la maturità del miele, si procede con la disopercolatura. Con questo termine si intende l’eliminazione dello strato di cera che chiude le cellette e il miele al suo interno. Questa operazione si svolge su un apposito banco disopercolatore. Il favo viene posto su una specie di leggio e si procede manualmente all’eliminazione degli opercoli o con un apposito coltello o con una forchetta. La cera si deposita sul fondo, dove c’è una griglia che permette un successivo filtraggio e recupero del miele rimasto attaccato agli opercoli per spremitura o sgocciolamento. I grandi apicoltori professionisti e chi fornisce servizi di smielatura generalmente si affidano a disopercolatori automatici o semiautomatici che snelliscono notevolmente il lavoro.