Mani unite per il Congo - Fondazione Nikolaos

Mani unite per il Congo

Mani Unite per il Congo è il progetto di solidarietà da anni sostenuto dalla Fondazione Nikolaos in favore della comunità di Katana, nella Repubblica Democratica del Congo.

Il progetto

Nato nel 2010 dall’idea di Antonella Scatigna, chef pugliese interessata a mettere a frutto il suo talento per uno scopo solidale, il progetto consiste in una raccolta fondi che, ogni anno, si svolge in occasione di un pranzo solidale divenuto ormai appuntamento fisso del dicembre pugliese. La collaborazione di partner illustri come alcuni tra i più rinomati chef pugliesi e la stessa Fondazione Nikolaos, che ha sposato pienamente la filosofia dell’iniziativa, ha permesso di consolidare, nel tempo, una vera a propria rete di solidarietà, con lo scopo di realizzare interventi nel Villaggio dei Bambini dell’orfanotrofio “Alama Ya Kitumaini” di Katana, nella regione Sud-Kivu dello Stato centrafricano.

Se gli eventi di beneficenza costituiscono il momento di condivisione del progetto e di raccolta delle risorse, è la seconda fase del programma a rappresentare, annualmente, la vera opera di solidarietà: nel mese di febbraio di ogni anno, infatti, la stessa coordinatrice del progetto parte alla volta di Katana per consegnare personalmente le somme raccolte e programmare l’avanzamento dei lavori.

Il contributo ai programmi di autocostruzione dell’orfanotrofio e di scolarizzazione dei giovani ospiti rappresenta un’opportunità di sviluppo indispensabile per la comunità e per la crescita dei suoi bambini, in una condizione di grave difficoltà economica ed emarginazione. Basti pensare che, data la sua particolare e complicata localizzazione, il Villaggio dei Bambini è raggiungibile solo attraverso un percorso tortuoso che attraversa l’Africa equatoriale.

La testimonianza

“Partii da sola– racconta Antonella Scatigna e fui ospitata dall’Orfanotrofio Alama Ya Kitumaini che in italiano significa ‘Segno di speranza’. Condividere le mie giornate con i bambini dell’orfanotrofio ha completamente cambiato le mie priorità. Veder soffrire piccoli innocenti per cause per noi impensabili, come la mancanza di cibo o di medicine, è un’esperienza che non si dimentica facilmente e senza voler provare a fare qualcosa per donare un aiuto.”

I prossimi obiettivi

Contestualmente al finanziamento della costruzione della scuola all’interno dell’Orfanotrofio di Katana, il progetto “Mani Unite per il Congo”si propone ogni anno di raccogliere fondi che siano utilizzati per l’acquisto di scorte alimentari necessarie per la crescita sana dei bambini. Intanto, si spera di ultimare nei prossimi anni la costruzione di un’area giochi esterna alla scuola, ma anche di una guardiania che possa ospitaredue vigilanti a protezione della struttura e dei bambini 24 ore su 24. Tra i prossimi investimenti già programmati, invece, l’acquisto di uno scaldabagno ad energia solare.

 

Mani unite per il Congo

Aiuta l’orfanotrofio

“Alama Ya Kitumaini”

Scopri di più

Medici con il camper

Sostieni il nostro progetto

di assistenza ai bisognosi

Scopri di più

Altre iniziative

Scopri tutte le altre

iniziative solidali

Scopri di più

Le nostre iniziative

“Mani Unite per il Congo” 2018: gli interventi in Africa

“Mani Unite per il Congo” 2018: gli interventi in Africa

12 Febbraio 2018

Nell’ambito degli interventi a sostegno del Villaggio dei Bambini Alama Ya Kitumaini di Katana (Congo) previsti dal progetto pluriennale di solidarietà “Mani Unite per il Congo”, nel 2018 sono finalmente terminati i lavori di costruzione e rafforzamento del muro di cinta dell’orfanotrofio.

Si è, inoltre, provveduto all’acquisto di due nuovi pannelli fotovoltaici, di nuovi lettini,un freezere gli arredi della cucina. Parallelamente, è iniziata la costruzione di una stanza per l’infermeria e di uno spazio per l’allevamento di capre e conigli, oltre alla predisposizione di uno spiazzo in cemento per parco giochi.

Leggi

“Mani unite per il Congo” 2017: il Gala di solidarietà

“Mani unite per il Congo” 2017: il Gala di solidarietà

10 Dicembre 2017

Domenica 10 dicembre 2017  si è svolto presso il ristorante Villa Maria di Crispiano, il consueto appuntamento di solidarietà “Mani unite per il Congo” a cui hanno preso parte sette chef strepitosi e appassionati e un pubblico buongustaio e dal cuore grande, abbellito da tante prelibatezze preparate con amore e con le materie prime che la nostra terra ci regala.

L’iniziativa è organizzata dalla chef Antonella Scatigna, patron della “Taverna del Duca” di Locorotondo che, grazie alla collaborazione della Fondazione Nikolaos, ogni anno contribuisce a dare una speranza ai bambini di Katana (Congo).

Gli chef hanno presentato un menù unico, dove le materie prime “made in Puglia” sono indiscusse protagoniste.

L’intero ricavato è stato consegnato all’orfanotrofio personalmente da Antonella Scatigna, durante il prossimo viaggio in Congo e destinato  all’acquisto dei lettini per i piccoli ospiti dell’orfanotrofio gestito dalle Suore Figlie di Maria Regina Apostolarum.

“In questi otto anni – dichiara Antonella – la raccolta fondi ha assunto una valenza internazionale ed ha permesso di istituire una vera e propria associazione, raggiungendo importanti risultati per i bambini ospiti dell’orfanotrofio, come la costruzione di un’aula magna, la realizzazione della cucina e di una porzione del muro di cinta, l’acquisto dei banchi e degli arredi per la scuola solo per citarne alcuni. C’è ancora molto da fare, ma lavorando insieme ai tanti volontari e amici che hanno sposato la causa riusciremo nel nostro intento”.

Si ringraziano: ARPARistorin, QuartigliaVoglia di PaneSelecta e tutti coloro che hanno offerto gratuitamente il proprio contributo.

Leggi

“Mani Unite per il Congo” 2017: gli interventi in Africa

“Mani Unite per il Congo” 2017: gli interventi in Africa

20 Febbraio 2017

Grazie ai fondi raccolti in occasione della cena di solidarietà “Mani Unite per il Congo” del dicembre del 2016, nel 2017 è stato possibile portare a termine i lavori di costruzione dello spazio adibito a mensa per i piccoli ospiti dell’orfanotrofio Alama Ya Kitumaini di Katana (Congo)

Sono stati inoltre acquistati e donati alla struttura due pannelli fotovoltaici, che si prevede possano aumentare già nei prossimi mesi.

Leggi

“Mani unite per il Congo” 2016: il Gala di solidarietà

“Mani unite per il Congo” 2016: il Gala di solidarietà

11 Dicembre 2016

Lunedì 11 dicembre si è svolta la cena di beneficenza Mani Unite per il Congo realizzata dalla Fondazione Nikolaos in collaborazione con Attivamente Puglia OnlusSlow Food e Progetto Agata Smeralda Onlus.

Liniziativa che vede la partecipazione dei più rinomati chef pugliesi,  è volta alla realizzazione di interventi di scolarizzazione e autocostruzione nel villaggio dei bambini dell’orfanotrofio congolese “Alama Ya Kitumaini” (‘segno di speranza’), situato nella regione Sud-Kivu della nazione centroafricana.

Data la sua particolare localizzazione, è raggiungibile esclusivamente attraverso un percorso difficile e tortuoso tra i paesaggi dell’Africa equatoriale; diventa quindi fondamentale portare il nostro aiuto a questi bambini in grave difficoltà.

I fondi raccolti saranno consegnati direttamente da Antonella Scatigna nel suo prossimo viaggio in Congo.

 

Leggi

“Mani Unite per il Congo” 2016: gli interventi in Africa

“Mani Unite per il Congo” 2016: gli interventi in Africa

12 Febbraio 2016

Iniziati nel 2015, i lavori di costruzione dell’Aula Magna della scuola interna all’orfanotrofio Alama Ya Kitumaini sono stati ultimati  nell’anno successivo grazie alla realizzazione e installazione di porte e finestre di ferro. Parallelamente, lo staff  ha avviato i lavori di costruzione dell’ampia zona mensa, per la quale si prevede l’acquisto di una nuova cucina.

Il clima di armonia tra gli abitanti del villaggio e i volontari italiani è, intanto, cresciuto a tal punto da permettere bellissimi scambi culturali come la condivisione delle rispettive tradizioni: grazie all’ospitalità delle suore dell’orfanotrofio, Antonella Scatigna – chef pugliese e coordinatrice del progetto “Mani Unite per il Congo” – ha improvvisato una degustazione della tipica focaccia pugliese preparata da uno staff di cucina italo-africano.

Leggi

“Mani unite per il Congo 2015”: il Gala di Solidarietà

“Mani unite per il Congo 2015”: il Gala di Solidarietà

13 Dicembre 2015

Domenica 13 dicembre 2015 si è svolta la terza quarta edizione della cena di beneficenza  “Mani Unite per il Congo”, organizzata dalla Fondazione Nikolaos  in collaborazione con Attivamente Puglia Onlus, Slow Food e Progetto Agata Smeralda Onlus.

L’intento è quello di promuovere lo sviluppo del Villaggio dei Bambini di Katana, nel Congo, dove dal 2013 procedono i lavori di ampliamento dell’orfanotrofio e di costruzione di una scuola primaria.

A coordinare l’evento, come ogi anno, Antonella Scatigna, Chef della “Taverna del Duca” di Locorotondo, che, in compagnia di autorevoli colleghi e amici, presta il suo talento gastronomico per  la causa solidale.

 

Leggi

“Mani Unite per il Congo” 2015: gli interventi in Africa

“Mani Unite per il Congo” 2015: gli interventi in Africa

16 Febbraio 2015

Nuovo anno, nuova sfida per lo staff di solidarietà di “Mani Unite per il Congo”!

Dopo aver portato a termine con successo il progetto di costruzione delle aule, nel 2015 la scuola primaria dell’orfanotrofio Alama Ya Kitumaini è stata ampliata con l’avvio dei lavori di costruzione dell’Aula Magna e di un muro di recinzione a tutela della struttura.

Quest’ultimo passo, in particolare, rappresenta la realizzazione di una delle più importanti promesse fatte ai piccoli ospiti: dotare la loro nuova scuola di un muro perimetrale capace di proteggere l’orfanotrofio da eventuali attacchi esterni, purtroppo ancora troppo frequenti in territori “caldi” come quello di Katana.

Leggi

“Mani unite per il Congo” 2014: Il Gala di solidarietà

“Mani unite per il Congo” 2014: Il Gala di solidarietà

14 Dicembre 2014

 

 

Domenica 14 dicembre 2014 si è svolto il consueto pranzo di beneficenza  “Mani Unite per il Congo” organizzato dalla Fondazione Nikolaos di Bari, in collaborazione con Attivamente Puglia Onlus, Slow Food Alberobello e Valle d’Itria e Progetto Agata Smeralda Onlus.

Con l’occasione 6 rinomati chef della Puglia hanno presentato un menù per raccogliere i fondi per il progetto di completamento dell’orfanotrofio e la realizzazione delle sue opere primarie per la sicurezza dei bambini  di “Alama Ya Kitumaini”, in Congo.

Si ringrazia chi ha offerto il proprio contributo gratuitamente e gli chef Erika Conserva, Raffaele De Giuseppe, Stefano D’Onghia, Pasquale Fatalino, Domenico Laera e Antonella Scatigna, principale sostenitrice del progetto di raccolta fondi in Italia e all’estero dal 2010. Da sempre al suo fianco, a sostegno del suo costante impegno, è presente  il mondo della ristorazione. L’intento è quello di lavorare ogni giorno per dare ai bambini ciò che ognuno di loro merita: l’opportunità di crescere sani e avere un’adeguata educazione che li faccia sentire protetti.

Leggi

“Mani Unite per il Congo” 2014: gli interventi in Africa

“Mani Unite per il Congo” 2014: gli interventi in Africa

14 Febbraio 2014

Grazie alla generosità dei partecipanti alla cena di beneficenza “Mani Unite per il Congo”, che ha concluso l’anno 2013 nel nome della solidarietà, il 2014 si apre con un nuovo traguardo:  l’intero ricavato dell’evento è stato, infatti, consegnato ed utilizzato per la realizzazione di una terza aula – già completa di banchi sedie – per la nuova scuola primaria dell’orfanotrofio di Katana.

Immensa la gratitudine dimostrata dall’intero staff impegnato nei lavori di ampliamento della struttura e delle coordinatrici dell’orfanotrofio che ospita, ad oggi, 35 bambini.

Leggi

“Mani unite per il Congo” 2013: il Gala di solidarietà

“Mani unite per il Congo” 2013: il Gala di solidarietà

13 Dicembre 2013

Venerdì 13 dicembre 2013 presso il ristorante Villa Maria di Crispiano, si è svolta la cena di beneficenza organizzata dalla Fondazione Nikolaos in collaborazione con Attivamente Puglia Onlus, Slow Food e Progetto Agata Smeralda Onlus. L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto pluriennale di solidarietà “Mani Unite per il Congo”, che si pone l’obiettivo  di raccogliere fondi per il completamento dell’orfanotrofio “Alama Ya Kitumaini” di Katana, in Congo.

Il grande cuore degli chef coinvolti e la partecipazione numerosissima del pubblico hanno contribuito di trasformare una domenica all’insegna dell’allegria e della convivialità in una vera e propria maratona del cuore: l’intero ricavato della serata è stato consegnato ad Antonella Scatigna, chef e coordinatrice del progetto, che il prossimo anno si recherà personalmente in Congo per consegnare gli aiuti e programmare i prossimi interventi.

Leggi

“Mani Unite per il Congo” 2013: gli interventi in Africa

“Mani Unite per il Congo” 2013: gli interventi in Africa

18 Febbraio 2013

Dopo il grande successo delle prime edizioni della cena di solidarietà “Mani Unite per il Congo”, nel 2013 ha preso concretamente avvio il progetto di costruzione della scuola all’interno dell’orfanotrofio di Katana.  Con i primi fondi raccolti in Puglia sono stati acquistate scorte alimentari per i 34 bambini ospiti della struttura e si è dato avvio ai lavori per la costruzione di una piccola riserva d’acqua, di due aule per la scuola primaria e dei bagni.

Leggi