News - Fondazione Nikolaos

News

Premio Puglia a Tavola 2018

Premio Puglia a Tavola 2018

30 Gennaio 2018

Puglia a tavola

Martedì 30 gennaio  giunge alla sesta edizione il Premio Puglia a Tavola, che vede i migliori allievi dell’istituto, guidati dallo chef e docente Antonio De Rosa,  preparare e servire la cena  per i circa 200 ospiti illustri.

La Fondazione Nikolaos e l’Istituto Alberghiero “A. Perotti” di Bari invitano gli oltre 200 ospiti a gustare i piatti autentici della Roma Imperiale, grazie alle ricette tramandate fino ai nostri giorni dal De Re Coquinaria di Marco Gavio Apicio.

Un menù che ha preso spunto dall’epoca di Roma imperiale, grazie alle ricette giunte fino ai nostri giorni tramite il De Re Coquinaria, raccolta in dieci volumi dal gastronomo e letterato Marco Gavio Apicio, considerata la principale fonte sulla cucina del periodo romano. Ricette basate sui prodotti tipici della terra pugliese – regione ampiamente attraversata dalla Via Appia Traiana, una delle principali arterie commerciali del periodo imperiale –e servite grazie al contributo di aziende locali come Pastificio Cardone, Caseificio Laera, Siciliani Spa, Acqua Orsini, Associazione Puglia in Rosé, Coldiretti Puglia, Associazione Panificatori Pugliesi, SO.ME.D, Caggianelli Food Service, Eddycart, Intelletto Fruit, Idro Alimentari S.r.l. Gruppo Marr.

Durante la serata sono stati assegnati numerosi riconoscimenti ai ristoratori e agli imprenditori dell’eno-gastronomia pugliese, che nell’ultimo anno si sono particolarmente distinti per la valorizzazione del territorio: le Chef Dora e Antonella Ricci, del ristorante “Al Fornello da Ricci” di Ceglie Messapica, Chef Gegé Mangano del ristorante “Li Jalantuùmene” di Monte Sant’Angelo e Chef. Donato Micaletto, responsabile dell’Associazione Cuochi di Lecce. Speciali riconoscimenti sono stati inoltre assegnati al Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale, Anna Cammalleri, al Presidente dell’Unione Regionale Cuochi, Michele D’Agostino, alla responsabile dell’associazione culturale e scuola di cucina DireFareGustare, Mara Battista e alla Nutrizionista e docente dell’Istituto Alberghiero “A. Perotti” di Bari, Rosa Lenoci.

A questa serata hanno preso parte anche i rappresentanti della Regione Puglia, Città Metropolitana e Comune di Bari, Camera di Commercio, Università degli Studi di Bari, Corpo Consolare di Puglia e Basilicata, Accademia delle Belle Arti di Bari, Apulia Film Commission e tantissimi altri ospiti chiamati a gustare, per una sera, l’autentico sapore di Puglia.

 

Leggi

Crescere al Sud: la scommessa educativa diventa una rete associativa

Crescere al Sud: la scommessa educativa diventa una rete associativa

17 Gennaio 2018

Altri eventi

Al via una nuova fase per le numerose organizzazioni del Sud Italia che da tempo lavoravano in un’alleanza informale. Maria Pina Casula, responsabile nazionale delle politiche educative della Uisp, è stata nominata portavoce della rete. Il primo obiettivo è far crescere l’alleanza nei territori in cui è meno radicata

Da progetto a realtà associativa del terzo settore, con 60 organizzazioni che hanno partecipato all’assemblea costituente che si è tenuta a Roma il 12 e 13 gennaio. Crescere a Sud ha quindi uno statuto, dei nuovi coordinatori regionali e una portavoce, Maria Pina Casula, responsabile nazionale delle politiche educative della Uisp. Fanno parte del coordinamento nazionale: Diego Tedesco e Mariana Cecere per il movimento giovanile, Francesco di Giovanni e Loredana Maida per la Sicilia, Francesco Mollace e Lucia Ambrosino per la Calabria, Alessandra Anaclerio e Danilo Conte per la Puglia, Silvana Casertano e Andrea Morniroli per la Campania, Maria Giovanna Dessi per la Sardegna e Valeria Piscopiello per la Basilicata.

Il progetto, lanciato a Napoli nel 2011 durante la Prima Conferenza programmatica sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza nel Mezzogiorno, è stato sostenuto in questi anni da Fondazione Con il Sud e Save the Children. Il suo obiettivo è quello di definire proposte concrete per il cambiamento reale della vita dei minori nel sud Italia, costruendo strategie comuni sul territorio e promuovendo un piano d’azione condiviso, concentrandosi in particolar modo su povertà minorile, comunità educante, contrasto alla “cultura” dell’illegalità. Duranti questi anni le diverse realtà del terzo settore di Campania, Calabria, Basilicata, Puglia, Sicilia e Sardegna aderenti alla rete hanno promosso incontri sia a livello locale che nazionale per portare all’attenzione delle istituzioni la necessità di investire in politiche a favore dei minori e degli adolescenti del Mezzogiorno. In diverse occasioni i veri protagonisti delle iniziative sono stati i ragazzi e le ragazze di Crescere al Sud, che hanno evidenziato le difficoltà che vivono nelle loro regioni e avanzato proposte concrete per superarle.

«Crescere al Sud è una realtà complessa, variegata, che esprime la diversità e le specificità di ciascuna regione del sud e delle organizzazioni che la compongono», dice Maria Pina Casula, portavoce della rete. «Si tratta di un’enorme ricchezza che deve essere tutelata e valorizzata. Il primo obiettivo di questa nuova fase sarà quello di lavorare per far crescere l’alleanza anche in territori in cui è meno radicata, dando voce – anzi spazio – ai giovani, vera essenza e sostanza di Crescere al Sud».

FONTE: www.vita.it

Leggi

Premiazione Bando “Orizzonti solidali” 2018

Premiazione Bando “Orizzonti solidali” 2018

14 Gennaio 2018

Medici con il camper

Domenica 14 gennaio, al Teatro Team di Bari,  si è svolta la cerimonia di premiazione Orizzonti solidali, bando di concorso finalizzato al finanziamento di iniziative di responsabilità sociale da svilupparsi in Puglia,  promosso dalla Fondazione Megamark in collaborazione con i supermercati Dok, A&O, Famila e Iperfamila e con il patrocinio della Regione Puglia e del suo assessorato al Welfare.

Ospiti della serata, il comico  Angelo Pintus, noto per le sue partecipazioni televisive a Zelig e Colorado, che ha allietato il pubblico in sala con le sue gag tutte da ridere e la Rimbamband, che ha portato sul palco la sua travolgente energia, con tanta buona musica.

Il bando ha segnato un 2017 da record con progetti di natura sociale, culturale e ambientale. La fondazione,infatti,  ha messo a disposizione  un importo complessivo di 254.800 euro con lo scopo di finanziare 15 iniziative, tutte da realizzarsi in Puglia.

Tra i vincitori ricordiamo: La Fondazione Nikolaos per il progetto “Medici con il Camper”. 

Questo progetto già sperimentato con successo a Foggia,  ha ampliato il suo raggio di azione per raggiungere altre situazioni di emergenza.  I medici dell’Africa Cuamm, insieme con la Fondazione Nikolaos professor Nicola Damiani Onlus ed i Missionari Comboniani hanno garantito visite e cure di primo soccorso, ma soprattutto prevenzione tra gli emarginati ed i senzatetto, raggiungendo le zone più periferiche grazie ad un camper attrezzato.

Uno staff di medici si è messo a disposizione per fornire un servizio di prima assistenza che prevede diagnosi e prescrizione farmacologica.

Il camper, attrezzato per gli interventi di primo soccorso,  è stato acquistato con il contributo della Fondazione Megamark, grazie alla sinergia con una rete di associazioni come la Caritas, la Comunità di Sant’Egidio, la Onlus Giuseppe Moscati di Bari ed  altre.

Leggi

“Luce D’Amare”, il primo concorso fotografico della città di Bari

“Luce D’Amare”, il primo concorso fotografico della città di Bari

19 Dicembre 2017

Altri eventi

Il 19 dicembre 2017 si è tenuta  la presentazione della prima edizione del nuovo concorso fotografico della città di Bari “Luce d’amare”. L’evento, finalizzato alla promozione del territorio, è rivolto ai professionisti del settore e ai semplici amanti della fotografia.

Organizzato dalla Fondazione Nikolaos e patrocinato dal Comune e dalla Città Metropolitana di Bari, il contest nasce dalla volontà di dar vita ad un evento ricorrente, che valorizzi il territorio cittadino – in particolare le nostre ricchezze paesaggistiche, storiche e monumentali – e promuova, al contempo, l’eccellenza dei talenti pugliesi nell’ambito della fotografia, dando loro la possibilità di esprimersi a livello artistico nella propria terra d’origine.

Cinque le categorie nelle quali i partecipanti potranno cimentarsi, iscrivendosi al concorso tramite il sito web ufficiale: Street Photography, Ritratti, Concept Art, Architettura e Paesaggio e Web Photography; altrettanti i premi per i primi classificati di ciascuna categoria del concorso, che culminerà in una mostra ospitata all’interno del Castello Svevo di Bari dall’11 al 16 maggio, in occasione della quale l’arte strizzerà l’occhio alla solidarietà: l’esposizione sarà infatti occasione per la raccolta di fondi per la realizzazione di un progetto educativo all’interno dell’Accademia del Cinema dei Ragazzi di Enziteto.

“Siamo entusiasti di poter regalare alla città di Bari la paternità di un contest che fino ad ora non esisteva”, è il commento di Claudia Ciciriello, responsabile del progetto, che prosegue: “Bari ha sempre ospitato concorsi ed esposizioni fotografiche nate e progettate altrove e oggi ha finalmente un contest tutto suo, che speriamo negli anni possa diventare un appuntamento fisso per gli amanti della fotografia: una vera e propria tradizione culturale e solidale.”

 

Leggi

“Mani unite per il Congo” 2017: il Gala di solidarietà

“Mani unite per il Congo” 2017: il Gala di solidarietà

10 Dicembre 2017

Altre iniziative

Domenica 10 dicembre 2017  si è svolto presso il ristorante Villa Maria di Crispiano, il consueto appuntamento di solidarietà “Mani unite per il Congo” a cui hanno preso parte sette chef strepitosi e appassionati e un pubblico buongustaio e dal cuore grande, abbellito da tante prelibatezze preparate con amore e con le materie prime che la nostra terra ci regala.

L’iniziativa è organizzata dalla chef Antonella Scatigna, patron della “Taverna del Duca” di Locorotondo che, grazie alla collaborazione della Fondazione Nikolaos, ogni anno contribuisce a dare una speranza ai bambini di Katana (Congo).

Gli chef hanno presentato un menù unico, dove le materie prime “made in Puglia” sono indiscusse protagoniste.

L’intero ricavato è stato consegnato all’orfanotrofio personalmente da Antonella Scatigna, durante il prossimo viaggio in Congo e destinato  all’acquisto dei lettini per i piccoli ospiti dell’orfanotrofio gestito dalle Suore Figlie di Maria Regina Apostolarum.

“In questi otto anni – dichiara Antonella – la raccolta fondi ha assunto una valenza internazionale ed ha permesso di istituire una vera e propria associazione, raggiungendo importanti risultati per i bambini ospiti dell’orfanotrofio, come la costruzione di un’aula magna, la realizzazione della cucina e di una porzione del muro di cinta, l’acquisto dei banchi e degli arredi per la scuola solo per citarne alcuni. C’è ancora molto da fare, ma lavorando insieme ai tanti volontari e amici che hanno sposato la causa riusciremo nel nostro intento”.

Si ringraziano: ARPARistorin, QuartigliaVoglia di PaneSelecta e tutti coloro che hanno offerto gratuitamente il proprio contributo.

Leggi