News - Fondazione Nikolaos

News

“Medici col Camper” alla 13^ edizione della Festa dei Popoli

“Medici col Camper” alla 13^ edizione della Festa dei Popoli

23 Maggio 2018

Medici con il camper

Saranno presenti anche i volontari di “Medici col Camper” alla 13^ edizione della Festa dei Popoli, in programma a Bari, dal 25 al 27 maggio 2018, nel Parco di Punta Perotti. La manifestazione, organizzata dal centro interculturale Abusuan di Bari, sarà un momento di incontro e di dialogo tra culture diverse, nell’ottica dell’integrazione e della conoscenza reciproca, oltre che della solidarietà nei confronti dei più emarginati.

C’è, infatti, una fetta della popolazione che sfugge ad ogni tipo di statistica; sono uomini e donne senza nome,senza una Patria e spesso anche senza volto. Sono solo numeri e nessuno si preoccupa di loro. Sono troppo spesso lasciati soli e allo sbando in quel Paese in cui si sono recati alla ricerca di una vita migliore senza neanche immaginare che sarebbero rimasti vittime dei loro sogni.

Per fortuna però sul territorio esistono anche delle realtà sociali che fanno della solidarietà il loro cavallo di battaglia. Il Camper dei Medici solidali è proprio una di queste realtà. È infatti il frutto di un importante progetto attivo in Puglia già da ben 3 anni, nato grazie al sostegno della Fondazione Megamark. Medici volontari in pensione e operatori sanitari su un Caravan opportunamente attrezzato prestano opera di primo soccorso e svolgono un’importane opera di prevenzione e di cura nei confronti degli emarginati e dei senza fissa dimora, dai Rom, agli immigrati, a tutte le vittime di caporalato.

Il Camper non serve per viaggiare ma viene utilizzato per fornire assistenza agli emarginati e a tutti coloro che versano in grave situazione di disagio e di bisogno.
L’idea è nata dalla volontà di alcuni medici pensionati di Bari che 3 anni fa, dopo l’omicidio di un bracciante“in nero” avvenuto nel foggiano, decisero di mettere al servizio del prossimo le loro competenze, la loro esperienza professionale e il loro impegno solidale. In modo molto semplice e naturale hanno partoritol’iniziativa itinerante “Medici con il Camper” realizzata e resa possibile anche grazie all’ausilio e al sostegnodella Fondazione Nikolaos, della Professor Nicola Damiani Onlus, dei Missionari Comboniani e di Medici con l’Africa Cuamm.

Vito Giordano Cardone, Presidente della Fondazione Nikolaos, ha creduto sin da subito in questa iniziativa e ha deciso di investire risorse ed energie per garantire la piena realizzazione dello stesso.
Inizialmente l’unità mobile era fornita dalla Società In.con.tra di Bari che metteva gratuitamente a disposizione il suo automezzo per le visite e la distribuzione dei farmaci nei ghetti del territorio foggiano.

Da circa un paio di mesi però i medici impegnati in questa missione hanno finalmente coronato il loro sogno: grazie ad un progetto presentato da Alessandra Anaclerio – una studentessa di medicina- alla Fondazione Megamark di Trani nell’ambito del concorso Orizzonti Solidali, hanno finalmente un Camper attrezzato tutto loro per gli interventi di primo soccorso che consente ai volontari di raggiungere varie situazioni di emergenza su tutto il territorio barese.

“Il progetto è nato dalla constatazione di un bisogno sanitario e sociale di enorme portata spiega il responsabile del progetto”, Enzo Limosano, medico chirurgo. Esistono molti ostacoli tra i quali la mancanza di informazioni, gli ostacoli burocratici, le barriere linguistiche e culturali e “Medici con il Camper” si propone di abbattere tali ostacoli e di garantire l’inserimento sociale e il diritto alla salute di queste persone poste loro malgrado ai margini della società.

Gli interventi sono tutti molto apprezzabili e affidati a personale altamente qualificato che accanto ai medici volontari prevede figure professionali di varia natura: mediatori interculturali, psicologi e consulenti legali.
L’opera di Medici con il camper non si esaurisce di certo nei percorsi itineranti tra gli emarginati. Essi hanno anche realizzato un punto di ascolto sanitario nel centro di accoglienza Don Vito Diana, in via Francesco Curzio dei Mille, 74. Ogni 2 e 4 martedì di ogni mese , dalle 10.00 alle 12.00, le persone indigenti possono recarsi in loco dove un medico ed un infermiere svolgono una prima valutazione generale del loro stato di salute.

Inoltre da venerdì 25 maggio a domenica 27 maggio, dalle ore 18.00 alle 24.00, nel corso della Festa dei Popoli realizzata a cura dei Missionari Comboniani, il camper stazionerà su lungomare Perotti per continuare a svolgere il suo servizio a favore dei più bisognosi.

Di Marina Basile

 

 

Leggi

Il Comune di Bari approva il protocollo per il coordinamento del sostegno delle persone più fragili

Il Comune di Bari approva il protocollo per il coordinamento del sostegno delle persone più fragili

22 Maggio 2018

Altri eventi

La giunta comunale, su proposta dell’assessora al Welfare Francesca Bottalico, ha approvato oggi lo schema di protocollo d’intesa R.O.A.D. – Rete organizzata azioni dedicate alla prevenzione, al monitoraggio, al sostegno, finalizzato a regolarizzare i rapporti tra gli enti impegnati quotidianamente nel lavoro di strada quale azione sociale a supporto delle persone più fragili.

L’accordo mira a strutturare e coordinare gli interventi già attivi, in particolare, delle unità operative di strada del Comune di Bari (il PIS – Pronto intervento sociale e Care for People, gestite dalla cooperativa sociale Caps), della Croce Rossa Italiana e di Medici con il camper della onlus “Nikolaos prof. Nicola Damiani”, che rappresentano il primo contatto dei servizi sociali con le persone senza dimora con funzione di pronto intervento, assistenza e orientamento. Il lavoro di strada presuppone il passaggio da una logica di “servizio” a una modalità operativa basata su spostamenti sul territorio, alla ricerca delle tracce e dei percorsi di vita di singoli individui o gruppi di persone, in linea con le finalità del welfare e in base al lavoro svolto dagli operatori, i quali ascoltano, ricercano, accolgono ma al tempo stesso informano, forniscono strumenti, accompagnano e sviluppano risposte sociali diversificate.

Pertanto il protocollo, che sarà siglato nei prossimi giorni, intende garantire:

·        maggiore tutela dei senza fissa dimora e delle persone fragili;

·        sostegno alle famiglie attraverso prevenzione e contrasto dell’emarginazione sociale

·        prevenzione/sensibilizzazione sul tema delle dipendenze patologiche e dei comportamenti a rischio;

·        promozione di una cultura dell’accoglienza;

·        formazione e aggiornamento per gli operatori coinvolti;

·        creazione di reti e buone prassi con altri soggetti, del pubblico o del privato sociale.

 

Nell’ottica di creare una rete organizzata di azioni dedicate a contrastare la grave marginalità adulta e alla luce di quanto già viene effettuato su strada, i “Medici con il Camper” – medici, odontoiatri, volontari, mediatori interculturali, psicologi e consulenti legali – raggiungeranno i senza fissa dimora, i rom negli insediamenti non autorizzati, gli stranieri e le vittime del caporalato per fornire loro adeguate informazioni su norme igienico-sanitarie e malattie sessualmente trasmissibili. Dopo una prima visita, i medici stileranno una diagnosi e forniranno trattamento o prescrizione farmacologica; in caso di necessità orienteranno le persone verso le strutture sanitarie territoriali, il servizio sociale comunale e i servizi di accoglienza e integrazione.

La Croce Rossa Italiana si occuperà della distribuzione di bevande, abiti e coperte e opererà in rete con gli operatori sociali, in particolare nei periodi di emergenza freddo e caldo, e segnalerà al Comu ne, e se necessario alla ASL, i casi che necessitano assistenza sociale o socio-sanitaria.

“Care For People” raggiungerà, nelle ore pomeridiane e notturne, le persone senza dimora nei luoghi da loro abitualmente frequentati e, allo stesso tempo, i giovani nelle zone della movida barese, secondo un calendario di interventi condiviso con l’assessorato al Welfare. In merito alle dipendenze, si occuperà di informare e formare gli adolescenti e i giovani adulti che si avvicineranno alle Unità di Strada sugli effetti derivanti dai fenomeni di dipendenza, attraverso interventi di segretariato e consulenza.

Secondo quanto previsto dal protocollo approvato, “Medici con il Camper”, “Croce Rossa Italiana” e “Care For People” aderiscono ad una modalità organizzativa in rete con il PIS (Pronto Intervento Sociale) attraverso la segnalazione e il monitoraggio giornaliero e l’invio di un report mensile degli interventi effettuati, con indicazione degli utenti assistiti suddivisi per nazionalità, età, tipologia, bisogno e criticità prevalenti.

Al fine di evitare duplicazioni di segnalazioni e interventi, la “Croce Rossa Italiana” e i “Medici con Camper “ verificheranno preliminarmente con il “PIS” e con “Care For People” se i casi rilevati siano stati già oggetto di intervento e segnalati alla Ripartizione o ai Municipi di competenza.

“Da diversi anni siamo impegnati a tracciare una mappa del disagio sul territorio cittadino – commenta Francesca Bottalico – come testimoniato anche dal primo piano della città di Bari contro la grave marginalità adulta, costruito con tutte le realtà pubbliche e private cittadine. In base ai risultati emersi abbiamo acquisito una serie di informazioni utili a supportare al meglio le donne e gli uomini in condizioni di fragilità e a leggere in modo più efficace un fenomeno ch negli ultimi anni ha subito trasformazioni sostanziali, dovute specialmente all’avvento della crisi economica, al frammentarsi delle relazioni sociali e familiari, ad eventi traumatici e alle migrazioni di massa. Il nostro approccio non intende limitarsi ad attivare presidi stabili nei diversi quartieri ma vuole raggiungere fisicamente le persone in difficoltà, che altrimenti non entrerebbero in contatto con i servizi del welfare e con gli operatori del pubblico e del privato sociale. Il protocollo che sigleremo a breve, quindi, è finalizzato a meglio organizzare e a strutturare gli interventi itineranti, rafforzandone le azioni ed evitando di duplicare gli sforzi. In questo modo otterremo un altro risultato determinante che consiste nella creazione di una vera e propria banca dati relativa alle persone senza dimora presenti in città e ai loro bisogni prevalenti”.

 

Fonte: Portale del Comune di Bari

Leggi

Inaugurazione nuovo Consolato Onorario della Federazione Russa in Puglia

Inaugurazione nuovo Consolato Onorario della Federazione Russa in Puglia

15 Maggio 2018

Altri eventi

Un’ampia delegazione del CDA e di amici della Fondazione Nikolaos ha presenziato, lo scorso 15 maggio, alla Cerimonia di Inaugurazione della nuova sede del Consolato Onorario della Federazione Russa a Bari. Da parte di tutti noi i migliori auguri al nuovo Console Onorario, Michele Bollettieri, per il suo nuovo incarico.

Sfogliando il numero di marzo 2018della rivista Nikolaos.it potrete leggere l’intervista realizzata da Serena Manieri al Console Onorario pochi giorni prima della sua nomina.

Leggi

Inaugurazione 1^ mostra fotografica Luce D’Amare

Inaugurazione 1^ mostra fotografica Luce D’Amare

12 Maggio 2018

Altri eventi

Sono quaranta le opere selezionate, tra le centinaia iscritte al concorso, per la partecipazione alla prima edizione della mostra fotografica “Luce D’Amare”, inaugurata venerdì 11 maggio 2018 nella Sala Sveva del Castello Svevo di Bari e visitabile fino a lunedì 21 maggio.

Organizzato dalla Fondazione Nikolaos in collaborazione con il Polo Museale della Puglia e patrocinato dal Comune e dalla Città Metropolitana di Bari, l’omonimo concorso fotografico ha visto cimentarsi sul tema del mare fotografi professionisti e semplici amanti dello scatto, che hanno presentato le proprie opere per le categorie Street PhotographyRitrattoConcept Art, Paesaggio/Architettura e Web Photography.

Tra le opere selezionate della giuria, composta da Rosa Mezzina, Direttrice del Castello Svevo di Bari, Mimmo Attademo, Docente di Fotografia presso l’Accademia di Belle Arti di Foggia, Antonella Marino, Docente presso l’Accademia di Belle Arti di Bari e Giornalista, Pasquale Susca, Fotografo e Claudio Esposito, Docente presso l’Istituto Europeo del Design, sei sono state quelle premiate per ciascuna categoria: “Climb the sea”di Michele Catalano per la sezione Ritratto, “Porto”di Franco Giacopino per Paesaggio/Architettura, “No Fish, No Money”di Francesco Catalano, per la sezione Street Photography e “Voglia d’estate” di Anna Signorini per Concept Art. E ancora, per la Web Photography, “Prospettiva di un’estate passata”di Filippo Laforgia” e “Margherita avvolta dal blu”di Francesca Del Vecchio, selezionata per il premio LSD Magazine, consegnato dallo stesso direttore responsabile della testata, Michele Traversa.

L’iniziativa, che si propone di diventare un evento ricorrente della primavera barese, ha dato prova di come il pubblico sia amante dell’arte e del bello e pronto a mettersi in gioco per una triplice finalità: il premio in palio per ciascuna delle categorie di gara, senza dubbio, ma anche la valorizzazione del territorioe, non ultima, la missione di solidarietà.

L’esposizione delle opere è infatti occasione per una raccolta fondi utili alla realizzazione di un progetto educativo all’interno dell’Accademia del Cinema dei Ragazzi di Enziteto, coordinato da Pasquale Susca, fotografo e membro della giuria, presente in occasione dell’inaugurazione della mostra insieme allo stesso Direttore dell’Accademia del Cinema dei Ragazzi, Ruggero Cristallo.

Leggi

Patto di amicizia Assisi-Bari

Patto di amicizia Assisi-Bari

09 Maggio 2018

Nel mondo

Il 9 maggio 2018  il sindaco  Antonio Decaro ha accolto la delegazione della città di Assisi nel Comune di Bari per la cerimonia formale di sottoscrizione del Patto di Amicizia e di Collaborazione tra le due Città.

L’intento del patto di amicizia promosso dal Comune di Bari con la collaborazione della Fondazione Nikolaos ha l’obiettivo  di promuovere scambi culturali e religiosi nel nome di San Francesco e San Nicola.

I due comuni, veri e propri simboli della religiosità italiana all’estero, si scoprono accomunati nella cultura  e nel culto dei propri Patroni.

Il periodo scelto per l’accoglienza della delegazione di Assisi è simbolico: il sindaco della città di Assisi,  Stefania Proietti, insieme all’assessore con delega ad Associazioni, Giovani, Sport e Pari Opportunità, Veronica Cavallucci, ha preso parte alla Processione del Santo “a mare” e, a seguire, ad una manifestazione culturale nel Teatro Abeliano alla presenza del Sindaco Decaro, del Presidente della Commissione Cultura del Comune di Bari, Giuseppe Cascella, del Magnifico Rettore dell’Ateneo Barese, Antonio Uricchio, del Presidente della Fondazione Nikolaos, Vito Giordano e dei membri di Lions e Rotary Club della città di Bari.

Leggi