News - Fondazione Nikolaos

News

Grande festa per i dieci anni di attività della Fondazione Nikolaos

Grande festa per i dieci anni di attività della Fondazione Nikolaos

05 Dicembre 2019

Altri eventi

Dicembre 2009 – Dicembre 2019. Un grandioso e divertente decennale quello appena trascorso nella bellissima Corte di Torrelonga, la sala ricevimenti alle porte di Bari per il festeggiamento per il decimo Anniversario della Fondazione Nikolaos. Dieci anni di attività trasversali che hanno coinvolto migliaia di persone, dallo sport all’arte per passare alla fotografia alla cultura e al volontariato e sociale e sono stati questi i temi scelti per la serata appena conclusa che ha visto tutti i soggetti presenti che in questi anni hanno collaborato e preso parte agli eventi organizzati della Fondazione Nikolaos creando una magica alchimia tra tutti gli intervenuti e vedendo visibilmente commosso il suo ideatore e presidente Vito Giordano Cardone che ha anche consegnato i premi, coadiuvato dalla sua inseparapabile squadra di lavoro. Come dicevamo, cultura, solidarietà, arte sono le parole chiave che hanno contraddistinto il costante lavoro della Fondazione. Il successo delle iniziative Puglia a Tavola, La Puglia nei Castelli, il Festival dell’Arte Russa, NikolArt e la Mostra-Convegno Luoghi e Memorie 1943-1945 sono solo alcuni degli eventi che hanno arricchito, nel corso degli anni, Bari e la Puglia.

 

Leggi

“Luoghi e Memorie 1943-1945” Mostra-Convegno all’Archivio di Stato

“Luoghi e Memorie 1943-1945” Mostra-Convegno all’Archivio di Stato

02 Dicembre 2019

Russian Events

Si è tenuto negli spazi dell’Archivio di Stato il 2 dicembre  a Bari la mostra-convegno “Luoghi e memorie 1943-1945”, promossa dalla fondazione Nikolaos e la Società di storia della Russia (R.I.O.), in collaborazione con la direzione del comitato “Dante Alighieri” di Mosca.

L’evento, articolato in due sezioni, “Soldati e partigiani sovietici nella resistenza italiana” e “Bari, 2 dicembre 1943”, è stato illustrato dal presidente della Fondazione Nikolaos Vito Giordano Cardone, alla presenza dell’assessora alle Politiche culturali Ines Pierucci e del presidente della commissione Cultura Giuseppe Cascella.

All’incontro hanno partecipato Antonella Pompilio, direttore dell’Archivio di Stato di Bari, Vito Antonio Leuzzi, direttore dell’Istituto Pugliese per la storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea – IPSAIC e Giorgia Cutino, ricercatrice della Fondazione Nikolaos.

La mostra e il convegno “Luoghi e memorie 1943-1945” permetterà alle giovani generazioni non solo di approfondire la conoscenza di uno dei periodi più drammatici della storia recente – ha detto Ines Pieruccima anche di scoprire che proprio la nostra città è stata teatro di uno dei più pesanti bombardamenti navali della seconda guerra mondiale da parte della Lutwaffe, che causò circa mille vittime tra civili e militari e che ebbe un impatto ambientale devastante a seguito dell’affondamento della nave John Harvey e del suo carico letale di bombe all’iprite. 

Il 1943 segna un punto di svolta della seconda guerra mondiale – ha continuato Giuseppe Cascella c’è un indebolimento del nemico, i tedeschi, e dall’altro un potenziamento delle forze della Resistenza. Questa iniziativa ha il merito di mettere in luce il concetto di resistenza come strategia militare e l’importanza della collaborazione dei partigiani sovietici”.

Questa mostra convegno – ha detto Vito Giordano Cardone è nata grazie al nostro consigliere Paolo Leoci che, insegnando a Mosca, ha avuto contatti con la Società di storia della Russia, l’associazione che riunisce i partigiani russi. Nel corso del convegno saranno appunto ascoltate le testimonianze russe su come Bari fu utilizzata dai sovietici come base per rifornire le truppe partigiane”.

Come Archivio di Stato siamo orgogliosi di ospitare questa manifestazione che sta già suscitando grande interesse da parte di cittadini – ha detto Antonella Pompilio curiosi di ascoltare in modo particolare il tema “Soldati e partigiani sovietici nella Resistenza Italiana”, argomento a molti completamente sconosciuto. Come sappiamo non si finisce mai di scrivere la storia, ci riserva sempre nuove scoperte perché ci sono ancora tanti aspetti da approfondire. Penso che l’Archivio di Stato sia il luogo più indicato per ospitare iniziative di questo genere che raccontano la memoria storica del nostro Paese”.

La giornata prevede due momenti – ha spiegato Giorgia Cutino l’inaugurazione della mostra in pannelli fotografici recanti una documentazione inedita, per la prima volta in lingua italiana e russa, cui seguirà il convegno con storici di valenza internazionale che hanno approfondito, in particolare, la presenza di partigiani russi sul territorio italiano. Si stima che furono circa 5.000 le persone di origine russa che parteciparono alla Resistenza italiana, nella maggior parte russi ma anche georgiani, tartari e di altre etnie dell’URSS. In tutta Europa si aggiravano circa 15.000 persone che portavano un aiuto volontario alla resistenza dei vari paesi europei contro le degenerazioni del nazifascismo e per questo motivo sono stati chiamati resistenza migrante”.

Luoghi e memorie 1943-1945 – ha concluso Vito Antonio Leuzzi rappresenta un importante momento di recupero della memoria. Non è semplice spiegare il ruolo strategico che ha avuto il porto di Bari, ma soprattutto la funzione che ha avuto la città dopo l’8 settembre 1943, per i grandi cambiamenti dovuti al cambio delle alleanze sancito dall’armistizio. La mostra evidenzia il ruolo svolto dalla città di Bari non solo sotto il profilo militare ma soprattutto dal punto di vista civile, perché la Puglia e Bari rappresentarono le prime aree libere dell’intera Europa, ancora sottoposte al controllo del fascismo e del nazismo”.

Leggi

Convegno sui valori nutrizionali della Dieta Mediterranea

Convegno sui valori nutrizionali della Dieta Mediterranea

20 Novembre 2019

Academy

Il Kazakhstan rappresenta una vetrina ed un mercato di importanza strategica per i prodotti italiani, offre notevoli potenzialità per lo sbocco del Made in Italy e costituisce un polo di primaria importanza per il commercio di prodotti enogastronomici in Asia. In questo contesto la Fondazione Nikolaos rappresentata dal dott. Vito Giordano Cardone insieme all’Università Turan rappresentata dal Prof. Rakhman A. Alshanov, all’Icae rappresentata dal dott. Fyodor Kostantinov  e all’Apulian Consortium rappresentata dal dott. Gianfranco Sabato hanno organizzato una tre giorni dal 20 al 22 novembre nella in Kazakhstan, ad Almaty per valorizzare l’eccellenze culinarie pugliesi.

Si parte il 20 novembre con il Convegno sui valori nutrizionali della Dieta Mediterranea a cui hanno preso parte personalità politiche locali e rappresentanti di aziende pugliesi. Al termine del convegno, ampio spazio è stato dato agli incontri B2B con operatori del settore e numerosi Bayer interessati al food made in Italy.

Il 21 novembre è stata la volta di Italia a Tavola, la kermesse gastronomica che ha visto, lo chef Mauro Sciancalepore, cucinare con i prodotti della cucina pugliese e le materie prime offerte per l’occasione dalle aziende De Carlo, Qoqo di Viesti, Pastificio Marella, Cioccolateria Vetusta, Il Tartufo di Paolo, Salumi Segarelli, la vinicola Mirvita, Cirillo, Capuzzimati e la Pasta Jesce.

Questo evento, unico nel suo genere, vuole rimarcare il valore dei prodotti enogastronomici italiani, sottolineando come la qualità rappresenti allo stato attuale l’unica strada da seguire, per valorizzare le produzioni italiane oltre i confini territoriali.

Leggi

Progetto “Olio solidale”

Progetto “Olio solidale”

03 Novembre 2019

Orto della salute

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA
ESTRATTO A FREDDO, 100% ITALIANO

Nasce a pochi chilometri da Bari in strada la Lamia n.3, in Ceglie Del Campo “Orto della Salute“, qui i nostri ulivi sono radicati da decenni e vengono coltivati rispettando la natura e utilizzando solo fertilizzanti organici.

La raccolta del nostro olio è stata effettuata a novembre. Il nostro olio è un prodotto solidale, estratto a freddo e 100% italiano.

Puoi sostenere anche tu il progetto “Orto della Salute” acquistando l’olio d’oliva solidale prodotto nelle terre di Ceglie del Campo (BA).

 

PER INFO E PRENOTAZIONI:

Associazione “Orto della Salute”

Strada la Lamia n.3 – Ceglie Del Campo (BA)

Referente: Sig. Roberto Berardi

Cell.:3488554546  – mail: roberto.berardi1990@libero.it

Leggi

Dalla Puglia al Burkina Faso: i volontari di Medici con il Camper in viaggio verso l’Africa

Dalla Puglia al Burkina Faso: i volontari di Medici con il Camper in viaggio verso l’Africa

19 Agosto 2019

Medici con il camper

Laddove arriva il cuore, possono giungere anche le ruote. Quattro ruote di solidarietà, come quelle del progetto Medici con il Camper, ideato e promosso nel 2018 dell’Associazione Onlus intitolata al Professor Nicola Damiani e tutt’oggi sostenuto dalla Fondazione Nikolaos. Un’iniziativa nata per offrire sostegno socio-sanitario a tutti coloro che si trovano in stato di necessità nella provincia di Bari e, più in generale, nel territorio regionale; un progetto che nelle scorse settimane ha trovato nuova linfa e arricchimento grazie ad una grande esperienza che ha coinvolto lo staff dei volontari. Questi ultimi, infatti, guidati dal dott. Vincenzo Limosano – coordinatore del progetto Medici con il Camper – si sono recati nella regione del Burkina Faso, nella parte occidentale dell’Africa, dove per portare sostegno e amicizia alla popolazione della capitale, Ouagadougou e dei villaggi limitrofi. Dalla Puglia al continente africano, un viaggio di condivisione e solidarietà, ma anche di apertura e arricchimento culturale, in un momento storico dove predominante è, nel mondo intero, l’atteggiamento di diffidenza e chiusura verso l’altro. Giornate in cui gli occhi si sono riempiti dei colori della Madre Africa, in cui le spalle hanno ospitato abbracci, in cui sui visi si è fatto largo il sorriso. Esperienze, queste, che avvicinano gli uomini agli uomini, uniti come lo stesso Papa Francesco ha chiesto a tutti i cittadini baresi in occasione della sua recente visita nel capoluogo pugliese. Uniti nella pace e nella solidarietà. È questo che i volontari di Medici con il Camper portano a casa, con sé, da questo viaggio in Africa: la consapevolezza che con la pace nel cuore, fare del bene per l’altro è facile, è appagante.

Leggi