News - Fondazione Nikolaos

News

Dalla Puglia al Burkina Faso: i volontari di Medici con il Camper in viaggio verso l’Africa

Dalla Puglia al Burkina Faso: i volontari di Medici con il Camper in viaggio verso l’Africa

19 Agosto 2019

Medici con il camper

Laddove arriva il cuore, possono giungere anche le ruote. Quattro ruote di solidarietà, come quelle del progetto Medici con il Camper, ideato e promosso nel 2018 dell’Associazione Onlus intitolata al Professor Nicola Damiani e tutt’oggi sostenuto dalla Fondazione Nikolaos. Un’iniziativa nata per offrire sostegno socio-sanitario a tutti coloro che si trovano in stato di necessità nella provincia di Bari e, più in generale, nel territorio regionale; un progetto che nelle scorse settimane ha trovato nuova linfa e arricchimento grazie ad una grande esperienza che ha coinvolto lo staff dei volontari. Questi ultimi, infatti, guidati dal dott. Vincenzo Limosano – coordinatore del progetto Medici con il Camper – si sono recati nella regione del Burkina Faso, nella parte occidentale dell’Africa, dove per portare sostegno e amicizia alla popolazione della capitale, Ouagadougou e dei villaggi limitrofi. Dalla Puglia al continente africano, un viaggio di condivisione e solidarietà, ma anche di apertura e arricchimento culturale, in un momento storico dove predominante è, nel mondo intero, l’atteggiamento di diffidenza e chiusura verso l’altro. Giornate in cui gli occhi si sono riempiti dei colori della Madre Africa, in cui le spalle hanno ospitato abbracci, in cui sui visi si è fatto largo il sorriso. Esperienze, queste, che avvicinano gli uomini agli uomini, uniti come lo stesso Papa Francesco ha chiesto a tutti i cittadini baresi in occasione della sua recente visita nel capoluogo pugliese. Uniti nella pace e nella solidarietà. È questo che i volontari di Medici con il Camper portano a casa, con sé, da questo viaggio in Africa: la consapevolezza che con la pace nel cuore, fare del bene per l’altro è facile, è appagante.

Leggi

Medici con il Camper in Albania

Medici con il Camper in Albania

15 Luglio 2019

Medici con il camper

Missione in Albania per i dottori baresi di «Medici con il camper», il progetto della Fondazione Nikolaos e della Prof. Nicola Damiani onlus che assicura assistenza socio-sanitaria a coloro che vivono in condizione di grave marginalità e di bisogno. Quest’estate, supportati dall’associazione La Pietra Scartata di Bitritto e in collaborazione con la comunità dei Frati cappuccini di Santa Fara, i medici in pensione che prestano servizio volontario sul camper hanno visitato per una settimana la zona di Scutari, al nord dell’Albania, fermandosi nel villaggio di Nenshat. «In quattro giorni, fermandoci in quattro posti diversi, abbiamo garantito assistenza sanitaria gratuita a più di 120 cittadini, per lo più persone in condizione di grave povertà o appartenenti alle comunità rom della zona», racconta Enzo Limosano, chirurgo vascolare che, insieme alla ginecologa Emanuella De Palma, ha fatto parte della delegazione barese in servizio in Albania. «Laddove possibile, abbiamo distribuito farmaci e preso contatti con le associazioni ecclesiastiche e laiche che lavorano nella zona». L’immagine dell’Albania turistica, delle spiagge bellissime con resort di lusso, sembra essere molto lontana da queste zone. «C’è una differenza enorme raccontano infatti – fra la costa albanese e l’entroterra. Effettivamente, le zone costiere sono molto cambiate, sono piene di turisti attirati dai luoghi molto belli e dai prezzi decisamente concorrenziali. Ma la zona che abbiamo visitato noi con il nostro camper è una zona in cui ci sono ancora sacche di povertà molto ampie e gli amici albanesi che abbiamo incontrato ci hanno detto che, nelle zone montuose, la situazione è ancora più difficile e i presidi sanitari praticamente non esistono». Ed è proprio in queste zone più dimenticate che brilla di più l’impegno e il lavoro dei volontari. «Nella zona di Scutari abbiamo conosciuto suor Vera che da sola gestisce un ambulatorio di vulnologia e cura ogni giorno decine e decine di piaghe e lesioni della pelle di ogni tipo». Con suor Vera, i «Medici con il camper» hanno già avviato una collaborazione «per il momento, solo attraverso consulenze on line». Ma non si tratta dell’unico progetto in cantiere. «Grazie a questo primo viaggio e ai contatti che ne sono nati, è maturata l’idea di aprire un ambulatorio chirurgico in una struttura gestita dai Cavalieri di Malta proprio vicino a Scutari. Per il momento, è un sogno nel cassetto, poi… chissà». Tornati dall’Albania, i «Medici con il camper» hanno ripreso la loro attività di volontariato nella zone dei ghetti, in Capitanata. «Con il nostro camper garantiamo assistenza sanitaria ai lavoratori stagionali che vivono nella zona di Cerignola e che, proprio in questo periodo, sono impegnati nella raccolta dei pomodori. Ci sono situazioni molto eterogenee, con ghetti più o meno attrezzati e altri insediamenti in cui la qualità della vita è davvero pessima». I volontari, in tutto 7, sono in servizio anche a Bari, «nei campi rom di Santa Candida, a Poggiofranco, dove le condizioni di vita sono davvero dure, e nel campo rom di Japigia dove l’intervento del Comune garantisce situazioni migliori. Per entrambe le comunità, riscontriamo non poche difficoltà d’accesso all’assistenza sanitaria pubblica che è garantita solo ai minori. Per gli adulti, invece, dobbiamo arrangiarci».

Leggi

Albert Metasani al Castello di Bitritto con la mostra “Alla ricerca dell’Identità nel Tempo”

Albert Metasani al Castello di Bitritto con la mostra “Alla ricerca dell’Identità nel Tempo”

28 Giugno 2019

La Puglia nei castelli

Albert Metasani, pittore e scultore italo-albanese, ha presentato la sua mostra dal titolo “Identità nel Tempo” all’interno del Castello Baronale di Bitritto. L’Evento, organizzato dalla Fondazione Nikolaos all’interno della seconda edizione di BITLIBRI con il patrocinio del Comune di Bitritto fa parte della storica rassegna “La Puglia nei Castelli”. La mostra è stata occasione di confronto e studio sul tema dell’interpretazione – quanto più personale, suggestiva e sfaccettata – dell’arte. Presentato dal Vicepresidente della Fondazione Nikolaos, Roberto Di Marcantonio, Albert Metasani ha raccontato con passione le sue opere, dall’origine dell’idea fino alla loro realizzazione, lasciando che il pubblico suggerisse la propria personale emozione rispetto a ciascuno dei suoi quindici capolavori.

Leggi

Inaugurazione Orto della Salute

Inaugurazione Orto della Salute

25 Giugno 2019

Orto della salute

“Lascia che il cibo sia la tua medicina e la medicina il tuo cibo”. Ippocrate.

È solo un piacere personale? No, la cura dell’orto, o del giardino, è anche un fondamentale fattore di salute.

Con questo presupposto il prossimo è stato inaugurato lo scorso 22 giugno alle 10, in strada la Lamia 3 a Ceglie Del Campo l’Orto della Salute, studiato e promosso dall’omonima Associazione, in collaborazione con la Fondazione Nikolaos.

Alla presentazione sono intervenuti l’Assessore comunale al Welfare, Francesca Bottalico, il presidente della Circoscrizione Picone-Poggiofranco Gianlucio Smaldone, il Presidente della Fondazione Nikolaos, Vito Giordano Cardone e i responsabili del progetto, Vincenzo Limosano e Roberto Berardi.

Il progetto si propone di intervenire a favore di coloro che, affetti da disabilità fisica o mentale, versano in situazioni di esclusione o emarginazione sociale: a loro sono dedicati percorsi di accompagnamento a attività che agevolino l’inserimento sociale contribuendo al miglioramento e mantenimento delle autonomie personali.

Si tratta di un vero e proprio “orto comune”, che sarà curato dai disabili con il supporto di uno staff di volontari e di un operatore specializzato del settore agricolo e in orti sociali, nonché da tutte le associazioni a diverso titolo coinvolte nel progetto. L’orto sorge in una piccola area coltivabile messa a disposizione dalla Onlus Nikolaos prof. Nicola Damiani e la sua manutenzione è affidata ai soci dell’Associazione Orto della Salute.

«Attraverso questo progetto è possibile migliorare le condizioni di vita dei diversamente abili residenti nell’area metropolitana di Bari con l’apprendimento di nuove abilità e competenze pratiche e teoriche costituisce un supporto per l’autonomia e l’autostima dei soggetti con obiettivo l’ortoterapia»  è  il commento di Roberto Berardi, responsabile dell’Orto della Salute, che prosegue «Far crescere una coltura, innesca nel partecipante senso di orgoglio e soddisfazione e contribuisce a sviluppare senso di responsabilità, stimola capacità cognitive e muscolari».

La Fondazione Nikolaos avrà il compito di pianificare le attività dell’orto (studio, ubicazione, superficie da coltivare, scelta delle piante e delle attrezzature da utilizzare). Il gruppo di lavoro si riunirà periodicamente, per monitorare le attività di coltivazione e manutenzione mentre i volontari contribuiranno all’utilizzo delle attrezzature e dei materiali necessari e all’affiancamento costante dei disabili sul campo.

Leggi

Seconda Edizione di BITLIBRI a Bitritto il 15 e 16 Giugno

Seconda Edizione di BITLIBRI a Bitritto il 15 e 16 Giugno

12 Giugno 2019

Altri eventi

La FONDAZIONE NIKOLAOS Vi invita a non mancare alla seconda edizione di BITLIBRI che si terrà a Bitritto il 15 e 16 Giugno dalle ore 18.30! Quest’anno la bellissima Piazza Leone sarà resa incantevole da libri, scrittori e concerti di musica jazz. Autori illustri provenienti da varie parti d’Italia e grandi musicisti come Guido Di Leone e Paolo Lepore porteranno nel meraviglioso salotto letterario di Bitritto bellezza, arte e cultura per regalarci due serate indimenticabili. Vi aspettiamo numerosi!

Leggi